Politica

Nuovi mezzi ai vigili del fuoco di Chieti dopo l'interrogazione al Governo

A presentarla l'onorevole Fabrizio Di Stefano

Prima della fine dell'anno il comando provinciale dei vigili del fuoco avrà i mezzi idonei. Lo ha riferito il Ministero dell’Interno dopo l'interrogazione presentata ieri dall'onorevole Fabrizio Di Stefano in Commissione Affari Costituzionali relativa al contingente del comando di Chieti.

Nell'interrogazione Di Stefano chiedeva di sapere come mai i mezzi di soccorso, in particolare un autocarro ACT e il relativo container, che erano stati inviati unitamente al contingente teatino nelle zone terremotate per espletare un’ opera di soccorso, non siano stati, conclusa l'operazione, riportati nella sede teatina.

"Il Ministero ha risposto che uno dei mezzi specifici non è stato rimesso in circolazione perché necessitava di costose riparazioni; ha garantito però un arrivo di mezzi sostitutivi di nuova produzione, tra cui anche l'ACT per il quale è stata esperita una gara e pertanto, grazie anche a questa ulteriore sollecitazione, prima della fine dell'anno gli opportuni mezzi saranno riassegnati al comando teatino" spiega Di Stefano

"Ho chiesto che si accelerasse il più possibile l'iter dell'operazione ma ho sottolineato che i vecchi mezzi, anche se con qualche problema, sarebbero stati di sicuro d'aiuto al contingente - ha aggiunto - soprattutto in questo inverno così costellato da calamità meteorologiche per la nostra Regione”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovi mezzi ai vigili del fuoco di Chieti dopo l'interrogazione al Governo

ChietiToday è in caricamento