menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mancato rinnovo contratti delle strutture sanitarie in convenzione: lavoratori senza stipendio

La situazione denunciata dal Partito Democratico riguarda più di 60 operatori della Asp (Azienda servizi alla persona) di Chieti

La Regione non ha rinnovato i contratti delle strutture in convenzione. E ora, più di 60 operatori della Asp (Azienda servizi alla persona) di Chieti sono senza stipendio. 

La denuncia arriva dal Partito Democratico di Chieti, che accusa: "In uno dei momenti più delicati e di emergenza della pandemia, vengono lasciati a sé stessi nell’inerzia più totale”.

“Il mancato rinnovo delle rette sanitarie convenzionate non desta preoccupazioni né alla Regione, che non ha dato alcuna disposizione agli uffici in merito - dice il segretario cittadino del Pd Filippo Di Giovanni - né alla Asl, che è di fatto l’interlocutore diretto dell’azienda per quanto riguarda i servizi. Una situazione simile è impensabile, perché non è mai accaduta e anche perché in una fase così importante dell’emergenza il personale va potenziato, non costretto a sacrifici immotivati. Il contratto 2021 non è stato ancora firmato, né autorizzato il regime di proroga degli anni scorsi, si sta perdendo inutilmente tempo in un imbarazzante rimpallo di responsabilità, sapendo di dover adempiere, si chiarisca perché non sia stato ancora dato mandato alle Asl di pagare".

Di Giovanni si rivolge anche all'azienda sanitaria chiedendo "perché resta inerte: non sollecita la Regione a fare la sua parte, lasciando scoperti lavoro e servizi di estrema importanza, non si assume responsabilità, procedendo alla proroga e consentendo i pagamenti, se è vero che gli uffici regionali sono stati attivati".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento