Politica

Graduatori​a alloggi, El Zohbi chiede il ritiro: "E' irregolare"

L'ufficio preposto, fa sapere l'ex assessore alle Politiche della Casa, non ha preso in esame tutte le domande pervenute. Varie le lamentele di famiglie che non hanno visto il loro nome né tra gli ammessi né tra gli esclusi nella graduatoria

Il consigliere comunale Bassam El Zohbi, chiede il ritiro della graduatoria provvisoria per l’assegnazione di alloggi per l’emergenza abitativa a Chieti.
L'ufficio preposto, fa sapere l’ex assessore alle Politiche della Casa, non ha preso in esame  tutte le domande pervenute ma soltanto 59 di esse, come da determina Dirigenziale nº 773 del 13 giugno 2014.

Varie le lamentele di famiglie che non hanno visto il loro nome né tra gli ammessi né tra gli esclusi nella graduatoria; una famiglia sarebbe stata esclusa per la mancanza di una firma. “Nella graduatoria – spiega El Zohbi- risultano escluse 35 famiglie:  di queste, stante le motivazioni correlate, solo 4 dovevano essere realmente escluse; le altre 31, invece, dovevano essere ammesse perché la motivazione “manca disagio abitativo”, “manca certificato asl” o “manca denuncia rilascio alloggi” non sono ragioni sufficienti per escluderle dalla Graduatoria in quanto l’Ufficio era tenuto a prendere in considerazione gli altri criteri come, ad esempio, il disagio economico, il disagio socio-sanitario, il disagio socio-demografico chiaramente previsti dalle stesse linee guida volute dall’Amministrazione Comunale”.

El Zohbi  fa sapere che nei prossimi giorni effettuerà una richiesta di accesso agli atti all’Ufficio Anagrafe per accertare le incongruenze e chiederà inoltre di esaminare tutte le pratiche per vedere se sono stati effettuati i controlli richiesti dalla Commissione di Controllo e Garanzia, per accertare quindi la veridicità dei dati di coloro i quali hanno presentato domanda necessari prima di stilare la graduatoria. “Tra le escluse – aggiunge -  vi sarebbero anche famiglie la cui abitazione è all’asta con intimazione di rilascio dell’alloggio da parte di uno o più Istituti di Credito senza che l’Ufficio Casa valutasse al meglio detto disagio abitativo. L’amministrazione, inoltre, avrebbe dovuto recuperare circa 10 alloggi assegnati a famiglie cha hanno perso i requisiti”.

La richiesta del consigliere all’Ufficio Politiche per la Casa e all’assessore Marrocco è di ritirare, in autotutela, la Graduatoria provvisoria così come stilata, riesaminare ed effettuare i controlli di tutte le domande pervenute e  stilarne una nuova Graduatoria non lesiva dei diritti di qualcuno ed assegnare gli alloggi ERP liberi da mesi al Bando Generale. "All’amministrazione - conclude-  chiedo invece di indicare gli indirizzi temporali per la valutazione delle domande di alloggio per Emergenza Abitativa prima di stilare la Graduatoria; trattandosi di due graduatorie semestrali una ipotesi potrebbe essere quella che tutte le domande da da gennaio a giugno vengano esaminate ed inserite nella prima graduatoria, quelle pervenute nei sei mesi successivi inserite e aggiornate nella seconda graduatoria e cosi via”.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Graduatori​a alloggi, El Zohbi chiede il ritiro: "E' irregolare"

ChietiToday è in caricamento