Emergenza Covid, la Sinistra con Diego: "Servono risposte tempestive dalla Asl"

Il gruppo consiliare di maggioranza composto da Alberta Giannini, Edoardo Raimondi e Silvio Di Primio chiedono l'apertura di nuove postazioni per effettuare tamponi

Alberta Giannini - capogruppo Sinistra

I consiglieri comunali di Chieti del gruppo di maggioranza la Sinistra con Diego criticano la Asl Lanciano-Vasto-Chieti in relazione le criticità già emerse nei giorni scorsi, quando di fronte al 118 dell'ospedale di Chieti si sono formate lunghe file per i tamponi. “La salute delle persone deve essere un diritto imprescindibile: non è possibile che, in una fase d’emergenza come quella che stiamo vivendo quotidianamente, non arrivino risposte tempestive dal sistema sanitario locale dicono  Alberta Giannini, Edoardo Raimondi e Silvio Di Primio.

I consiglieri di maggioranza ritengono sia "necessario aprire in città delle nuove postazioni esterne, accessibili e sicure, per permettere  a chi ne ha bisogno di sottoporsi a tampone; potenziare il personale dedicato al tracciamento dei contagi; rafforzare i servizi territoriali (distretti) e instaurare un vero feedback efficace con i medici di base. Questa crisi deve trasformarsi anche in opportunità per rivedere i modelli sanitari esistenti e andare verso un'altra direzione: estendere il diritto fondamentale alla salute e potenziare la sanità pubblica”.

In ogni caso, i tre consiglieri fanno sapere di essere "già al lavoro insieme al sindaco per predisporre un drive-in per i tamponi nei pressi dello stadio a santa Filomena in più - aggiungono i consiglieri - nei prossimi giorni è prevista una riunione con le associazioni di protezione civile per continuare a fronteggiare l’emergenza”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'Abruzzo cambia idea: "Ritorno in zona arancione dal prossimo 4 dicembre"

  • Nuove assunzioni alla De Cecco dal 2021: ecco il piano industriale

  • Covid-19: cambia lo scenario in Italia, ma l'Abruzzo resta 'rosso'

  • Abruzzo in zona rossa fino al 10 dicembre in base al decreto ma si prova ad anticipare

  • L'Abruzzo non uscirà dalla zona rossa il 4 dicembre: manca solo l'ufficialità

  • Dopo una telefonata gli clonano il numero e rubano 15 mila euro dal conto: denunciate

Torna su
ChietiToday è in caricamento