Donatello Di Prinzio è il candidato sindaco per la lista Progetto per Guardiagrele

Ufficializzata la candidatura del geometra 53enne. Siede in consiglio comunale dal 1997

Donatello Di Prinzio è il candidato sindaco per la lista Progetto per Guardiagrele alle prossime amministrativa. Una lunga carriera politica per il 53enne Di Prinzio, che è consigliere comunale dal 1997 ed  è stato assessore ai Lavori pubblici dal 2010 al 2015.

Eletto anche nel consiglio provinciale dal 2001 al 2004 e poi, sempre in Provincia, è stato è stato assessore provinciale all’edilizia scolastica e alla protezione civile 2009 al 2014.

"È arrivato il momento di cambiare rotta – dice Di Prinzio – porto il mio bagaglio di esperienze, costruito passo dopo passo negli anni che mi ha permesso di interfacciarmi con le diverse criticità del nostro territorio facendomi maturare la consapevolezza che è necessario mettere in campo servizi più a misura dei cittadini".

Tra le priorità di Di Prinzio c'è lo sviluppo turistico di Guardiagrele. "È necessario investire sul settore turistico per creare una vera e propria 'fabbrica del futuro' - spiega Di Prinzio – affinchè le bellezze naturali di cui disponiamo e le specialità enogastronomiche che ci caratterizzano diventino il motore di tutta l’ economia guardiese. Dunque, è fondamentale creare servizi e cercare soluzioni per muovere flussi turistici perché a beneficiarne saranno anche altri settori, specialmente quello del commercio".  

La sanità è unaltro dei temi toccati dal candidato sindaco. "Guardiagrele - spiega Di Prinzio - ha bisogno che la struttura ospedaliera torni a funzionare al meglio considerando anche la composizione anagrafica della popolazione guardiese. È un servizio che deve tornare ai cittadini che meritano una sanità pronta a risolvere i problemi di tutti". 

Infine, in riferimento alle persone che lo accompagneranno durante questa sfida elettorale il candidato Di Prinzio tiene a sottolineare che "si tratta di una squadra eterogenea, che può contare sull' esperienza amministrativa, sull'entusiasmo dei giovani, su un bagaglio di competenze differenziate, in quanto composta da esponenti dei vari settori della società civile".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Primo giorno di zona rozza in Abruzzo": il post del Tg1 scatena l'ilarità dei social

  • "Presunti favori dai vigili": il nome di Marsilio nella puntata di Report, ma il presidente respinge le accuse

  • La provincia di Chieti si spopola: Ortona e Lanciano perdono più abitanti

  • Il Wwf conferma: "Lupi avvistati e fotografati nella periferia di Chieti"

  • Zona rossa, si può fare la spesa in un altro Comune se si risparmia: le nuove indicazioni del Governo

  • Test sierologici in tutte le farmacie abruzzesi: si inizia da studenti e loro familiari

Torna su
ChietiToday è in caricamento