rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Politica

Ddl Zan bocciato, monsignor Bruno Forte: "Non mi sorprende, è mancato un confronto onesto"

Il commento del teologo e arcivescovo di Chieti-Vasto dopo l'affossamento in Senato: "Sul piano dei principi è chiaro che occorre il rispetto della dignità e della diversità di ciascuno, ma nel disegno di Dio uomo e donna hanno una propria reciprocità nel maschile e nel femminile"

"Mi sembra evidente che sia mancato un confronto onesto su varie sfaccettature della complessa questione; si è teorizzato in astratto creando confusione". A dirlo all'Adnkronos è monsignor Bruno Forte, teologo e arcivescovo di Chieti-Vasto, dopo l'affossamento del Ddl Zan ieri in Senato. 

L'arcivescovo non si dice sorpreso della bocciatura: "Chiarificazioni a tal proposito non ci sono state, non c'è stata volontà né possibilità di fare chiarezza".

Poi entra nel merito della questione: "Siamo di fronte ad un tema che riguarda la coscienza etica: sul piano dei principi è chiaro che occorre il rispetto della dignità e della diversità di ciascuno, che bisogna prevenire e contrastare ogni forma di discriminazione, ma nel disegno di Dio uomo e donna hanno una propria reciprocità nel maschile e nel femminile e la teoria che punta sulla scelta soggettiva del genere non è accettabile e neppure comprensibile".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ddl Zan bocciato, monsignor Bruno Forte: "Non mi sorprende, è mancato un confronto onesto"

ChietiToday è in caricamento