rotate-mobile
Mercoledì, 17 Agosto 2022
Politica

Consiglio straordinario sulla Sanità, le civiche di De Cesare rivendicano i propri meriti: "Il nostro ospedale non si tocca"

"Dinanzi a questioni di interesse cittadino - dice il capogruppo di Chieti c'è Ginefra - occorre dimenticare le appartenenze politiche e difendere la nostra unica e forte matrice teatina"

Rivendicano i propri meriti per l'esito del consiglio comunale straordinario sulla Sanità i consiglieri delle liste civiche Chi ama Chieti e Chieti c'è, parlando di "lavoro continuo e coerente.

Vincenzo Ginefra, capogruppo di Chieti C'è, è stato il promotore della unificazione dei due ordini del giorno presentati da maggioranza ed opposizione, “dimostrando che dinanzi a questioni di interesse cittadino occorre dimenticare le appartenenze politiche e difendere la nostra unica e forte matrice teatina”.

A nome di Chi Ama Chieti è intervenuto in aula il consigliere Valerio Giannini, il quale ha espresso la necessità di tutelare la dignità e il diritto alla sanità di tutti i teatini attraverso la valorizzazione del nosocomio locale, in quanto lo stesso gode di una collocazione e di un impianto infrastrutturale strategico i quali lo rendono un naturale punto di riferimento per un'area territoriale assai vasta e demograficamente rilevante.

"Sul tema della sanità locale - incalzano i consiglieri della coalizione legata al vice sindaco Paolo De Cesare - dopo un'instancabile e concreto impegno all'interno della commissione comunale sanità di cui è presidente, Gabriella Ianiro (Chi Ama Chieti) ha rimarcato alcuni punti fondamentali, mutuando la propria esperienza professionale pluriennale di medico di famiglia: la risoluzione delle criticità del pronto soccorso del policlinico, la promozione di attività a favore dell'assistenza sanitaria territoriale, accessibilità e trasparenza nelle prenotazioni di prestazioni sanitarie ambulatoriale, interventi risolutivi sui locali del laboratorio analisi, la pronta riapertura del distretto sanitario di base di Chieti Scalo". 

E anche lo stesso De Cesare, leader del polo civico ha commentato: "Grazie al nostro impulso, l'assise ha prodotto risoluzioni a favore dei nostri concittadini, nessuno escluso, poichè la sanità non ha colore politico e la priorità è solo la salute di tutti. Come ho sempre sostenuto e posto in atti, a partire dalla campagna elettorale, il nostro movimento civico si batte senza risparmio di forze e competenze ogniqualvolta Chieti non riceve la considerazione che le spetta di diritto. Nel caso del nostro ospedale, la sua posizione geografica con la relativa logistica integrata, le eccellenze di plurimi reparti ed il connubio storico con le scuole di specializzazione della facoltà di medicina e dunque con l'Ateneo, sono elementi tangibili e non discutibili per affermare fortemente che nulla deve essere tolto, anzi occorre investire e migliorare. Per questo motivo non abbasseremo mai la guardia, saremo quotidianamente vigili e attenti". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consiglio straordinario sulla Sanità, le civiche di De Cesare rivendicano i propri meriti: "Il nostro ospedale non si tocca"

ChietiToday è in caricamento