Il tunnel di largo Barbella e la raccolta dei rifiuti all'attenzione del consiglio comunale

I 5 stelle chiedono conto del blocco dei lavori dell'ascensore che collega il terminal bus al centro, mentre l'assemblea dovrà decidere se istituire una commissione speciale sul servizio di igiene urbana

Largo Barbella (immagine d'archivio)

Il tunnel pedonale di largo Barbella torna all'attenzione del consiglio comunale, nella doppia seduta in programma martedì 10 dicembre, al centro dell'interrogazione presentata dal Movimento 5 stelle.

In particolare, i consiglieri Ottavio Argenio e Manuela D'Arcangelo chiedono al sindaco Umberto Di Primio e all'assessore ai Lavori pubblici Raffaele Di Felcie chiarimenti sulle modalità d'intervento e sui tempi di realizzazione. Il lavoro, avviato dalla giunta del sindaco Francesco Ricci, è una delle incompiute più famose della città di Chieti. Sin dai primi mesi del suo secondo mandato, il primo cittadino aveva chiarito che il suo completamento era tra le priorità da portare a termine entro il quinquennio. Nell'autunno 2017, i lavori di completamento sono stati aggiudicati dall'impresa Clp di Pomigliano d'Arco (Napoli), che avrebbe dovuto terminare l'intervento entro l'estate 2018

Ma i lavori si sono fermati, per riprendere a gennaio 2019, con la garanzia di riuscire a terminarli entro l'estate. L'assessore competente ha partecipato al collaudo degli ascensori, ma, al momento, il tunnel di largo Barbella è ancora chiuso e non fruibile, né è chiaro quando potrà esserlo. 

I 5 stelle vogliono sapere "se l'impresa aggiudicataria ha fornito il programma aggiornato degli interventi da realizzare", se abbia fornito spiegazioni sulle cause che hanno determinato lo stop ai lavori, se sia stato prolungato il termine di scadenza previsto dal contratto e cosa manca ancora per poter mettere in funzione il tunnel che collega piazza Falcone e Borsellino, ossia il terminal bus, al centro città. 

Nella stessa seduta, il consigliere di Forza Italia Maurizio Costa chiede all'assessore con delega alle società partecipate, Valentina Luise, se sia legittima la modalità di criptare le convocazioni del consiglio di amministrazione di Chieti Solidale con una password, come fatto dal presidente Spinozzi. 

A seguire ci sarà una seconda seduta, che slitterà a venerdì 13 dicembre in caso di mancanza del numero legale. Al vaglio dell'assise civica una modifica al regolamento sulle Zone a traffico limitato, per consentire permessi di transito e di sosta ai "sacerdoti preposti a una parrocchia, nell'espletamento delle proprie funzioni pastorali". Inoltre, Marco Di Paolo (Lega) in un ordine del giorno chiede l'installazione di una panchina rossa dedicata alle vittime di infibulazione femminile. 

Infine, il consiglio dovrà valutare l'opportunità di istituire una commissione speciale sul servizio di raccolta differenziata dei rifiuti gestito da Formula Ambiente, che avrà il compito di "approfondire, attraverso l'attività di di studio e di inchiesta, gli aspetti legati all'esecuzione e all'interpretazione del contratto avente a oggetto il servizio di raccolta differenziata dei rifiuti". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimba di dieci mesi rischia di soffocare al centro commerciale: salvata da un infermiere

  • Sentenza storica per gli ex militari transitati all'impiego civile: accolta la tesi del legale teatino Pierluigi Abrugiati

  • Un abruzzese nell'inferno di Wuahn in quarantena per il virus cinese

  • Lutto nella sanità abruzzese: si è spenta la dottoressa Mariangela Bellisario

  • Coronavirus: la circolare del Ministero della Salute per non contrarre il virus cinese

  • In tribunale con gli screenshots delle conversazioni della moglie per provare il tradimento ma viene denunciato

Torna su
ChietiToday è in caricamento