Il collegio dei revisori boccia la giunta, Raimondi: "Comune di Chieti sempre più in crisi"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ChietiToday

Il parere negativo del Collegio dei revisori sulla salvaguardia degli equilibri di bilancio dimostra che la giunta Di Primio, come più volte segnalato dalle opposizioni, non è in grado di compiere azioni amministrative idonee a ridurre il disavanzo dell'ente.
È evidente che l'idea di questa giunta di ridurre i debiti mediante tagli ai servizi alla persona è fallimentare e che il rischio concreto sia quello di dichiarare il dissesto, così come indirettamente suggerito dai revisori dei conti. Ciò si tradurrebbe in un ulteriore aumento dei tributi comunali, una riduzione dei servizi e l'allungamento dei tempi per il pagamento dei fornitori. Inoltre, la situazione finanziaria del Comune, determinata dalle scelte delle due ultime giunte Di Primio, avrà come ulteriore conseguenza l'impossibilità di finanziare opere pubbliche utili per i cittadini e attuare iniziative per la promozione della città, che in questi anni non è stata fatta.
È sempre più urgente, allora, lavorare per un'alternativa politica, che sappia dare un governo efficiente del Comune, per tentare un rilancio della nostra Città che le maggioranze di questi anni non hanno saputo realizzare.
Penso sia arrivato il momento di mettere in campo una coalizione civica, che  metta insieme tutti coloro che condividono alcune idee fondamentali per il rilancio della Città, a prescindere dall'appartenenza agli attuali schieramenti e partiti politici. Il voto sugli equilibri finanziari può rappresentare il banco di prova per verificare chi, in consiglio comunale, ha maturato la consapevolezza del fallimento di questa giunta e della necessità di voltare pagina.

Torna su
ChietiToday è in caricamento