Caos traffico in A14, Di Giuseppantonio: "Ripristinare la normalità del traffico"

Il sindaco di Fossacesia lancia un appello alla società Autostrade per l'Italia

"La mobilitazione che si registra in questi giorni per ripristinare la normalità lungo la A14 è del tutto giustificata". A dirlo è il sindaco di Fossacesia, Enrico Di Giuseppantonio che si rivolge alla società Autostrade per l'Italia sottolineando che "siamo in un periodo in cui il Paese prova a ripartire sia dal punto di vista delle attività produttive, che del turismo ed è di cruciale importanza che s’intervenga per facilitare la viabilità invece che limitarla. Le problematiche sono ataviche e oggi, a differenza che in passato, non sono più solo a chiedere che l’asse autostradale che attraversa l’Abruzzo, fondamentale nei collegamenti tra Nord e Sud d’Italia, possa essere percorso in sicurezza. Nel corso degli ultimi dieci anni, da sindaco, da presidente della provincia di Chieti, da segretario regionale dell’Udc, da vice presidente nazionale dell’Anci, ho sempre sollecitato e protestato per far risolvere dal Ministero delle Infrastrutture e dalla Società Autostrade per l’Italia risolvere i seri problemi autostradali”.

Il sindaco Di Giuseppantonio sottolinea come il problema vada a vanti da anni.  “Sulla nostra autostrada mancano le corsie d’emergenza, il che rappresenta da solo un caso nel panorama autostradale italiano – aggiunge Enrico Di Giuseppantonio- rischiamo di far continuare a marciare a velocità diverse il nostro Paese se facciamo diventare la A14 una infrastruttura strategica. Mi riferisco alla terza corsia, costruita nel tratto marchigiano ma non in Abruzzo. In proposito, nel 2018, richiamai l’attenzione del Governo e delle Autostrade per l'Italia per non aver inserito nei loro programmi di potenziamento della rete autostradale italiana la nostra regione, evidenziando come fosse urgente e indispensabile invece tenerne conto per la rilevanza fondamentale che la A14 riveste per il traffico prodotto dalle aziende, dagli scali marittimi e dal movimento turistico. Oggi è sotto gli occhi di tutti come la circolazione si riversi con maggior frequenza su strade statali, provinciali e comunali".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Primo giorno di zona rozza in Abruzzo": il post del Tg1 scatena l'ilarità dei social

  • La provincia di Chieti si spopola: Ortona e Lanciano perdono più abitanti

  • "Presunti favori dai vigili": il nome di Marsilio nella puntata di Report, ma il presidente respinge le accuse

  • Il Wwf conferma: "Lupi avvistati e fotografati nella periferia di Chieti"

  • Zona rossa, si può fare la spesa in un altro Comune se si risparmia: le nuove indicazioni del Governo

  • Test sierologici in tutte le farmacie abruzzesi: si inizia da studenti e loro familiari

Torna su
ChietiToday è in caricamento