rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Politica

Elezioni provinciali da rifare, Fratelli d’Italia presenta un'interrogazione al Ministero

Il segretario regionale Etelwardo Sigismondi critica la decisione di limitare la nuova tornata elettorale a 15 Comuni: "Risultati delle elezioni falsati, viene meno la credibilità degli organi eletti"

Sul caos elezioni provinciali a Chieti Fratelli d’Italia ha presentato un'interrogazione, a firma dell’onorevole Emanuele Prisco, al Ministro dell’interno per chiedere di fare chiarezza sulla vicenda.

Com'è noto, a causa di una serie di errori nella consegna delle schede, domenica sera, al termine dello spoglio, l'ufficio elettorale ha disposto che tornino a votare gli amministratori di 16 comuni con popolazione superiore a 3mila abitanti e fino a 5mila (Casalincontrada, Castel Frentano, Cupello, Miglianico, Orsogna, Paglieta, Ripa Teatina, Scerni, Tollo, Torino di Sangro, Torrevecchia Teatina) e quelli con popolazione superiore a 10mila e fino a 30mila (Atessa, Francavilla al Mare, Ortona, San Giovanni Teatino, San Salvo). La nuova data è stata fissata per giovedì 23 dicembre, con decreto della presidenza della Provincia..

"L’errore nella consegna delle schede si è verificato sia per l’elezione del presidente sia per quella del Consiglio - fa presente il segretario regionale di FdI, Etelwardo Sigismondi, - un errore che ha alterato il risultato della consultazione e che, in considerazione del voto ponderato, incide per più di un terzo sul totale complessivo dei voti. Tuttavia la presidenza della Provincia di Chieti ha ritenuto valide le votazioni con la sola eccezione dei 16 comuni".

Ciò che non convince gli esponenti di Fratelli d'Italia, però, è la tornata elettorale limitata ai suddetti comuni. Una decisione che, a detta di Sigismondi, non farebbe che aggravare la situazione. 

"Infatti - asserisce - a spoglio effettuato, si ha già risultanza della prima consultazione e, dunque, trattandosi di una elezione di secondo livello, sarebbe possibile influenzarne l’esito. Inoltre, la scelta di far svolgere le votazioni in un giorno feriale, per giunta a ridosso delle imminenti festività natalizie, non garantisce la piena partecipazione al voto da parte degli aventi diritto. Ritengo che quanto sta avvenendo rappresenti una grave alterazione del procedimento elettorale e della sua segretezza, determinando un risultato che rischia di essere falsato".

Con l’interrogazione FdI chiede al Ministro di assumere "urgenti provvedimenti al fine di salvaguardare la regolarità e la correttezza del voto, in particolare disponendo la ripetizione di tutte le consultazioni e non solo di quelle in cui si è verificato l’errore. È evidente - conclude la nota - che ci troviamo di fronte a fatti niente affatto trascurabili che minerebbero sin dall’origine la credibilità degli organi eletti e che getterebbero un’ombra sulla nuova consiliatura”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni provinciali da rifare, Fratelli d’Italia presenta un'interrogazione al Ministero

ChietiToday è in caricamento