menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Di Primio traccia un bilancio positivo del 2014 e si prepara alla fine del mandato

I finanziamenti statali sono diminuiti del 96 per cento dall'insediamento, ma la giunta ha investito 63 milioni in lavori pubblici, aumentando i fondi destinati al sociale. Punto debole la manutenzione delle strade cittadini e il settore politiche della casa, "da rinnovare" per il sindaco

È un bilancio positivo quello tracciato dal sindaco Di Primio sull’anno che sta per concludersi. Questa mattina (martedì 23 dicembre), il primo cittadino ha radunato la giunta e la stampa per tirare le somme del 2014 e iniziare a fare il punto su quanto portato a termine nell’intero mandato. I cinque anni di legislatura, infatti, scoccheranno a fine marzo, e il centrodestra è già pronto alla sfida con il centrosinistra del candidato sindaco Luigi Febo.

“Abbiamo le prove – afferma Di Primio – per dimostrare ciò che l’amministrazione ha fatto per la città negli ultimi cinque anni e nell’ultimo anno, nonostante il taglio dei trasferimenti statali. C’è stato un miglioramento della qualità della vita e abbiamo dimostrato una capacità amministrativa che altri, anche di centrodestra, non hanno avuto. La crisi c’è – ammette – ma dobbiamo dare segnali positivi”. L’ultima parola spetterà alle urne la prossima primavera. Appuntamento in attesa del quale Di Primio promette ulteriori traguardi.

La chiusura del rubinetto erariale ha pesato non poco: se al momento dell’insediamento, ad aprile 2010, il Comune di Chieti riceveva dallo Stato 14.930.464 euro, quei fondi si sono assottigliati negli anni del 96 per cento, fermandosi a 525.898 nel 2014. Un cambiamento che il sindaco ha definito “sconcertante”.

LAVORI PUBBLICI, TASSE E DIFFERENZIATA - La rassegna dei risultati positivi secondo Di Primio parte dal settore Lavori pubblici, di cui detiene la delega l’assessore Mario Colantonio: “Abbiamo investito 63 milioni di euro in lavori, solo 21 da project financing, altri da fondi propri con lo storno di altri investimenti, da finanziamenti regionali, europei e statali. E molti dei lavori appaltati oggi vedranno la luce nei prossimi 5 mesi”. Qualche punto critico c’è, come la manutenzione dei 250 chilometri di strade comunali, su cui comunque l’amministrazione certifica un investimento di oltre 18 milioni di euro, 3 solo nel 2014, per sistemare asfalto e sottoservizi.

Altro punto di soddisfazione per Di Primio è l’investimento sull’edilizia scolastica, che in cinque anni ha superato quota 7 milioni, 1 milione e mezzo quest’anno. Così come la metanizzazione, per cui negli ultimi due anni si è superato 1 milione di investimento. Nel 2014, inoltre, sono iniziati i lavori di sistemazione di palazzo d’Achille ed è stata riaperta la delegazione comunale di piazza Carafa.

Pollice in su del primo cittadino anche per l’assessorato di Roberto Melideo, in particolare per l’applicazione della Iuc (Tasi, Tari e Imu), “che ha ridotto il peso tributario, pur mantenendo le agevolazioni e garantendo tutti i servizi alla cittadinanza”.

La raccolta differenziata, settore dell’assessore Alessandro Bevilacqua, ha raggiunto quota 64 per cento. La piaga delle discariche abusive è stata parzialmente ridotta, bonificandone 4 sulle 11 individuate, mentre a breve saranno installate 12 telecamere nei punti critici per controllare ed eventualmente sanzionare gli illeciti. A gennaio sarà aperto il nuovo centro di raccolta di via Aterno.

“Abbiamo compiuto una grande opera – dice Di Primio – sulla bonifica delle scarpate, dove non si interveniva da 25 anni: siamo intervenuti su diverse aree per un totale di 13.850 metri quadri bonificati”.

SOCIALE E CASA - Aumentano gli investimenti per l’assessorato di Emilia De Matteo: per il sociale la giunta ha stanziato nel 2014 3 milioni e 786 mila euro, contro i 3 milioni e 750 mila dell’anno precedente. In ambito scolastico, sono stati 130mila gli investimenti per il rinnovo degli arredi, mentre oltre alla costruzione dell’asilo nido di piazza Carafa, ne verrà realizzato un altro a Madonna del Freddo. “Saremo in grado – assicura Di Primio – di soddisfare completamente le richieste delle famiglie”. Con la rivitalizzazione di piazza Malta, diventata luogo dei giovani, dove ad anno nuovo aprirà una sala studio, la giunta si è dedicata anche alla riqualificazione degli impianti sportivi: sono stati predisposti bandi per la gestione di quelli di Piana Vincolato e di San Martino, mentre è stato avviato il recupero dei palazzetti di Santa Filomena e Colle dell’Ara.

Nota dolente è il settore delle politiche della casa. “Stiamo vivendo – dice Di Primio – la crisi di un sistema che si è retto come non doveva. Il settore va rinnovato, cerchiamo di operare con trasparenza, assecondando le necessità dei cittadini. All’inizio del 2015 sarà pubblicato il bando di mobilità e riusciremo ad assegnare gli alloggi per l’emergenza abitativa”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È scomparso a 30 anni l'imprenditore della movida Ivan Vaccaro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento