rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Politica

Strade pericolose, Udc chiede la mobilitazione di sindaci e presidenti di Provincia

"Abbiamo il dovere di far sentire la nostra voce in difesa dei nostri territori, dei cittadini, degli studenti, dei lavoratori e delle famiglie abruzzesi", dichiara il segretario regionale del partito Enrico Di Giuseppantonio

Una mobilitazione per ottenere una viabilità più sicura in una regione che sta pagando pesantemente la riforma sbagliata delle Province e i tagli ai trasferimenti dei fondi agli enti locali. Questo l'invito avanzato dal comitato regionale dell'Udc Abruzzo ai presidenti delle Province e ai sindaci abruzzesi, con l'obiettivo di far tornare alla cura della viabilità, un servizio al quale gli enti locali , in particolare le Province, dovrebbero poter adempiere senza alcuna difficoltà.

La manutenzione della rete viaria è un problema enorme nella realtà abruzzese per l'altissima presenza di strade montane, più difficili da mantenere. Le strade sono pericolose, in molti casi abbandonate, autentiche groviere a causa del deperimento dell’asfalto e da affrontare tra fitta vegetazione. Assicurare i collegamenti è fondamentale non solo in termini di sicurezza, ma anche per non fermare le possibilità di sviluppo. Come nel caso della provincia di Chieti, dove la viabilità è più compromessa,che ha la più importante realtà industriale del centro Italia ed è trainante per l’economia dell’intero Abruzzo.

"Abbiamo il dovere di far sentire la nostra voce in difesa dei nostri territori, dei cittadini, degli studenti, dei lavoratori e delle famiglie abruzzesi", dichiara il segretario regionale del partito Enrico Di Giuseppantonio. "L'Udc rinnova dunque l’appello ai presidenti delle Province di Chieti, L’Aquila, Pescara e Teramo e ai sindaci dei comuni d’Abruzzo a far sentire concretamente la loro voce organizzando una manifestazione assieme ai cittadini per chiedere interventi immediati per porre fine ad una vera e propria emergenza".

L'Udc, infine, tramite i propri parlamentari ha rivolto un appello al Governo per assicurare alle Province almeno le risorse minime per la manutenzione ordinaria di strade e scuole.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strade pericolose, Udc chiede la mobilitazione di sindaci e presidenti di Provincia

ChietiToday è in caricamento