Politica

Aggressione omofoba, Giovane Italia (Pdl): "Inaccettabile"

Per la coordinatrice Verzulli "i giovani della città dovrebbero combattere la delinquenza, non le scelte sessuali. E' sgradevole - dice - dover ribadire questi concetti nel 2012"

"Inaccettabili!" questa la definizione di Jessica Verzulli, coordinatrice provinciale della Giovane Italia di Chieti (giovani PdL), riguardo le violenze subite da un gruppo di omosessuali domenica scorsa a Chieti. 

"Non si può giustificare una tale azione dietro un'ideologia politica. Alla base di un simile comportamento c'è solo l'intolleranza per un aspetto personale ed intimo che non andrebbe giudicato ma rispettato, qualunque esso sia. I giovani che amano questa città dovrebbero combattere e condannare la delinquenza, il traffico e l'uso di sostanze stupefacenti che finanziano la criminalità organizzata... non le scelte sessuali, che non cambiano assolutamente nulla della rispettabilità di una persona." 

Infine conclude Verzulli: "È sgradevole dover ribadire questi concetti nel 2012, così come trovo opportunista da parte del politico di turno, voler imputare questi gesti alla condotta del Sindaco di Chieti, con evidente volontà di strumentalizzazione di un fatto così grave."

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggressione omofoba, Giovane Italia (Pdl): "Inaccettabile"

ChietiToday è in caricamento