rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Politica Fossacesia

25 aprile, Di Giuseppantonio: "Mai avremmo pensato di dover rivedere morte e distruzione in Europa"

Il messaggio che il sindaco Enrico Di Giuseppantonio lancia alla vigilia della festa della liberazione, che verrà celebrata anche a Fossacesia

"È un 25 aprile triste" perchè, "distanza di 77 anni mai avremmo pensato di dover rivedere morte e distruzione in Europa" è questo il messaggio che il sindaco di Fossacesia, Enrico Di Giuseppantonio lancia alla vigilia della festa della Liberazione.

"Mai avremmo immaginato di dover veder morire bambini, anziani, uomini e donne in un’altra guerra. È un 25 aprile - prosegue - segnato dal dolore per chi in questo momento soffre. Dobbiamo tutti aprire il cuore alla speranza e da ognuno di noi, proprio in questo giorno così importante per l’Italia, deve arrivare il forte impegno perché il conflitto in Ucraina si fermi il prima possibile e che si intraprenda al più presto la strada della pace".

A Fossacesia, città medaglia d'argento al merito civile, la ricorrenza verrà celebrata con una cerimonia che inizierà alle ore 11 in largo Castello, con la deposizione di una corona al monumento ai Caduti per la pace e la libertà. Vi prenderanno parte assessori e consiglieri comunali,  i rappresentanti delle forze dell’ordine, le rappresentanze delle associazioni d’arma e del volontariato. La cerimonia si concluderà alle 11.15 in piazza A. Fantini, con la deposizione di una corona al monumento dei caduti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

25 aprile, Di Giuseppantonio: "Mai avremmo pensato di dover rivedere morte e distruzione in Europa"

ChietiToday è in caricamento