menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Raccolta differenziata: coinvolti oltre mille alunni delle scuole di Chieti

Conclusi i laboratori didattici sul riciclo, riuso e recupero della raccolta differenziata

Venerdì mattina si sono conclusi, dopo due mesi di attività, i laboratori didattici nelle scuole di Chieti riguardanti il riciclo e il riuso dei materiali provenienti dalla raccolta differenziata che hanno visto il coinvolgimento di 1014 alunni tra i 4 e i 14 anni dei quattro istituti comprensivi cittadini e del Convitto G. B. Vico e il Consorzio Formula Ambiente, gestore del Servizio di Igiene Urbana per conto del Comune.

52 laboratori suddivisi in 12 tipologie differenti hanno coinvolto attivamente bambini e ragazzi al rispetto dell’ambiente attraverso la costruzione di giochi, storie e tante attività pensate e realizzate per loro attraverso il materiale di scarto confluito nella raccolta differenziata. 

I percorsi formativi avevano lo scopo di insegnare ai bambini, attraverso la favola e il gioco, le differenti tipologie di rifiuto, il corretto funzionamento della raccolta differenziata e l’importanza di nuovi processi creativi provenienti dalla nuova vita dei materiali riciclati. 

In occasione dei laboratori è stata prodotta anche una guida al compostaggio che è disponibile sull'area download del sito www.formulambiente.it/chieti.

All’incontro conclusivo erano presenti l’assessore alla Gestione della Raccolta Differenziata Alessandro Bevilacqua, il responsabile tecnico del Consorzio Formula Ambiente Nicola Della Corina, la dirigente scolastica del Convitto “G.B. Vico” Paola Di Renzo, le docenti degli istituti comprensivi in rappresentanza dei dirigenti scolastici Santini, Michelangeli, D’Orazio; Angeloni e Barbara Casadei e Johnny Bergamini coordinatori dei workshop scolastici.

“Chieti – dichiara l’assessore Bevilacqua -  si conferma capoluogo di provincia tra i più virtuosi e green d’Italia. L’aspetto più interessante di questa precisa iniziativa risiede nel fatto che gli alunni, attraverso i laboratori, non solo hanno imparato il funzionamento della raccolta differenziata, ma hanno insegnato alle loro famiglie come passare dalla raccolta stessa al riciclo, così come ci impone la Comunità Europea. Dal 2030, infatti, i Comuni dovranno riciclare il 65% dei beni post consumo e per farlo bisognerà raggiungere una percentuale di raccolta differenziata pari al 75%”.

E sempre sul fronte differenziata nella giornata di giovedì sono state premiate le scuole che hanno partecipato al concorso “Raccolta carta a premi”, voluto dal CCR di Chieti.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Amaretti abruzzesi: cosa sono e la ricetta per prepararli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento