rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Green

Fridays for Future: anche a Chieti i ragazzi scendono in piazza per il Pianeta e contro la guerra

Presentate le iniziative e lo sciopero del 25 marzo. Gli eventi partiranno nel pomeriggio di domenica 20 marzo con un’assemblea pubblica all'ex Pescheria di via Arniense

Una settimana di eventi per il Fridays for Future che culminerà con lo sciopero del 25 marzo per manifestare contro le politiche del green washing e per sensibilizzare la popolazione sui temi legati alla salvaguardia ambientale e al rispetto del pianeta. Anche Chieti scende in piazza con gli attivisti del Fridays for Future Chieti che hanno presentato il programma che partirà già da domenica 20 marzo. 

“Quando - spiegano le coordinatrici del Fridays Teatino, Rebecca Rossi ed Ottavia Cascini – ci sarà un’assemblea pubblica all’ex Pescheria di via Arniense dopo la quale ci occuperemo della realizzazione dei cartelloni e degli striscioni per il corteo. Martedì 22 ci sposteremo a Chieti Scalo, in quella giornata consegneremo un albero all’università d’Annunzio e, successivamente, realizzeremo un Clean Up all’interno delle aree universitarie. Mercoledì 23 ci occuperemo della riqualificazione della panchine Green presente alla Villa Comunale e, successivamente, ci sposteremo da Tapaz, per un aperitivo vegano e a impatto zero”.

Venerdì 25 sarà il giorno del corteo, che partirà da piazza Garibaldi alle 9.30 e terminerà alla villa comunale.  “Ovviamente tutti gli eventi sono aperti a tutti ed, anzi, invitiamo quante più persone a partecipare” precisa Rossi.

Aderiscono attivamente anche l’associazione studentesca universitaria 360 Gradi, l’Unione degli Studenti Chieti, i Giovani Democratici di Chieti. “Vogliamo approfittare di questo momento per prendere una posizione nei confronti del conflitto che sta avendo luogo in Ucraina. Come gruppo locale ma anche come movimento nazionale e globale, vogliamo schierarci contro ciò che sta accadendo, contro le guerre e la violenza in ogni sua forma – spiegano i giovani attivisti - . Scenderemo in piazza non solo per presentare le nostre richieste ma per creare dei sistemi più ampi basati sul rispetto del nostro pianeta e dei suoi abitanti, dei sistemi che mettano al primo posto la cura delle persone e non il denaro. Nasce da qui l'hashtag rappresentativo dello sciopero globale: People not profit”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fridays for Future: anche a Chieti i ragazzi scendono in piazza per il Pianeta e contro la guerra

ChietiToday è in caricamento