rotate-mobile
Giovedì, 11 Agosto 2022
Università

Università d'Annunzio: tre nuovi corsi e agevolazioni per 8mila studenti

Iscrizioni aperte per il nuovo anno accademico: l'offerta formativa sale a 68 corsi. Innalzata a 24mila euro la no tax area

Si arricchisce di tre nuovi corsi di laurea magistrale l’offerta formativa dell’università Gabriele d’Annunzio di Chieti-Pescara. Si tratta di Ingegneria biomedica, Computational cognitive science e Psichology of well-being and performance, gli ultimi due erogati in lingua inglese. Sale così a 68 il numero di corsi proposti per l’anno accademico 2022/2023, afferenti alle quattro macro-aree formative (sanitaria, umanistica, scientifica, sociale): 35 corsi di studio triennali, 28 corsi di studio magistrali e 5 corsi di studio a ciclo unico.

“L’obiettivo dei nuovi corsi di laurea magistrale - spiega il rettore Sergio Caputi - è quello di formare figure professionali polivalenti di alto profilo culturale in campo scientifico e sociale, con particolare attenzione all’innovazione e all’internazionalizzazione. Si tratta di una sfida ambiziosa, da sostenere nella fase dell’auspicata ripresa post-pandemica e del ritorno alle attività in presenza, nel segno della crescita costante della numerosità dei nostri corsi di laurea e dell’implementazione della qualità e dell’intensità delle attività di ricerca. Con questi nuovi corsi di laurea magistrale, che si aggiungono agli altri 65 già presenti nella nostra offerta formativa, si vuole dare più opportunità ai nostri possibili studenti di scegliere il loro futuro e soprattutto cercare di preparali nel modo migliore per il mondo del lavoro”.

Importanti novità riguardano anche il sostegno al diritto allo studio. Per quanto riguarda i tempi di immatricolazione e rinnovo iscrizione il termine ultimo è fissato al 31 gennaio 2023. È stato eliminato ogni termine per la presentazione di specifica domanda di rinnovo iscrizione, oltre detto termine con autorizzazione rettorale. Il manifesto degli studi 2022/2023 conferma la possibilità di rateizzare in 5 tranche il pagamento dei contributi con il limite minimo di 400 euro. Si innalza a 24.000 euro la no tax area con un incremento di 2mila euro rispetto a quanto previsto dalla norma ministeriale. A beneficiarne saranno oltre 8.000 studenti in possesso dei requisiti di reddito e di merito stabiliti.

Novità anche sul versante degli esoneri. Ci sarà l’esonero totale dal pagamento dei contributi per studenti con Iseeu (Indicatore della situazione economica equivalente per l’università) fino a 24.000 euro; studenti con disabilità e/o invalidità pari o superiore al 66%; studenti stranieri che beneficiano di borse governative; studenti beneficiari o idonei alla borsa di studio Adsu; dottorandi senza o con borsa di studio; studenti atleti che presentino i requisiti richiesti nel regolamento di riferimento. Ci sarà invece esonero parziale dal pagamento dei contributi nelle seguenti ipotesi: esonero parziale stabilito dalla legge 232/2016: applicazione del 4,5% della quota eccedente i 20.000 euro dell’indicatore Iseeu, con un’estensione del beneficio fino a euro 40.000 per il 2022/2023; esonero parziale del 50% sul contributo universitario per le matricole iscritte a lauree e lauree magistrali a ciclo unico con voto di diploma pari a 100; esonero parziale anche agli studenti che presentino una disabilità (dal 45% al 65%) inferiore al limite del 66% disposto dalla legge. Sono infine previsti sconti e riduzioni. In particolare la riduzione, fino ad un massimo di 500 euro sulla seconda e terza rata di contributo dovuto, nelle ipotesi di possesso di particolari requisiti di merito precisati nel regolamento tasse; la riduzione fino ad un massino di 100 euro per fratelli-sorelle iscritti presso atenei della regione Abruzzo.

“L’ateneo - spiega la professoressa Oriana Trubiani, delegata del rettore all’orientamento - è fortemente impegnato nel sostenere gli attuali e i futuri studenti, con iniziative volte a stabilire esperienze di confronto e percorsi informativi. Si segnalano, in particolare: la possibilità di colloqui online con i docenti attraverso la pagina web di ateneo e di conoscere i corsi di studio attraverso i podcast dipartimentali; l’erogazione di borse di studio per le collaborazioni studentesche e per studentesse che si iscrivono alle lauree Stem di area scientifica; l’assegnazione di contributi straordinari del fondo di solidarietà; agevolazioni per studenti atleti; servizi gratuiti per studenti con disabilità e counseling psicologico per tutti gli studenti e di tutorato”.

“Nell’ambito della formazione, - sottolinea il professor Nazareno Re, delegato del rettore alla didattica – la d’Annunzio è cresciuta nel tempo affermandosi, nel panorama degli atenei del medio adriatico, come importante punto di riferimento per la didattica, disegnata sulle esigenze degli studenti e in linea con l’evoluzione del mondo del lavoro, come testimoniato dai buoni risultati recentemente ottenuti nelle diverse classifiche nazionali ed internazionali. Ai 68 corsi di laurea erogati si aggiunge anche una vasta offerta di corsi post-laurea, che include 17 corsi di dottorato di ricerca, nonché numerosi master, corsi di perfezionamento e scuole di specializzazione”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Università d'Annunzio: tre nuovi corsi e agevolazioni per 8mila studenti

ChietiToday è in caricamento