Orientamento universitario, la d'Annunzio incontra i futuri studenti sul web

Appuntamento per visitare virtualmente l'ateneo, incontrare i singoli docenti, consultare l'offerta formativa

Anche l'orientamento universitario si sposta sul web. E l'università Gabriele d'Annunzio incontra i suoi futuri studenti su due piattaforme digitali, in occasione di Campus orienta digital, il primo salone dello studente interamente online, che quest'anno si aggiunge ai tradizionali incontri internazionali a cui l'ateneo ha partecipato nelle varie sedi internazionali. 

A questa iniziativa si aggiunge Open days 2020, organizzati dal settore Orientamento, guidato dalla professoressa Oriana Trubiani, delegata del rettore, insieme a tutti i delegati dei 13 dipartimenti della d’Annunzio. I futuri universitari potranno incontrare direttamente online i singoli docenti, visitare virtualmente tutte le strutture dell'ateneo e consultare l'offerta formativa, composta da 58 corsi di laurea a cui si aggiungono i 4 in fase di autorizzazione, nelle aree sanitaria, scientifica, umanistica e sociale. 

“La d’Annunzio - spiega la professoressa Trubiani - è da sempre molto attenta alle necessità degli studenti, offrendo svariati servizi. Per favorire la transizione scuola-università è attivo un valido sistema di tutoraggio rivolto agli studenti dei primi anni e agli studenti in difficoltà per ridurre il fenomeno degli abbandoni. I contributi universitari sono divisi in 11 fasce di reddito, il fondo di solidarietà prevede il supporto economico a studenti e famiglie in difficoltà. È attivo uno sportello per dare supporto agli studenti portatori di handicap o che presentano particolari problemi di apprendimento. Tra i numerosi servizi rivolti alla vita quotidiana dello studente ci sono bike sharing, percorso vita per fare sport all’aria aperta, convenzioni con esercizi cittadini, biblioteche con orari di apertura prolungati, servizio mensa in strutture dedicate e cure sanitarie d’urgenza gratuite. In linea con le indicazioni ministeriali, l’ateneo ha organizzato un servizio di didattica a distanza e per il futuro una metodologia didattica innovativa: blended learning al fine di favorire un’ampia partecipazione degli studenti. Studiare alla d’Annunzio - conclude la professoressa Trubiani - significa poter seguire le proprie aspirazioni ed avere una formazione di alto livello con grandi prospettive professionali e lavorative". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Università “d'Annunzio”: corsi di orientamento dedicati agli studenti delle scuole secondarie

  • "La conquista dello spazio": a Speciale Tg 1 gli studiosi della d'Annunzio

  • Pandemia e didattica a distanza, gli effetti sugli studenti universitari

  • Giornata della Terra: gli alunni della "Cesarii" diventano baby eco influencer

  • Proteggere i dati informatici durante i terremoti: il progetto di ricerca della d'Annunzio

Torna su
ChietiToday è in caricamento