"Il Controcolloquio", i professionisti del terzo settore rispondono online

"Il Controcolloquio", venerdì 20 novembre alle 10.30 online tre maestri del fundraising rispondono alle domande sul lavoro nel nonprofit

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ChietiToday

Venerdì 20 novembre, alle ore 10.30, online, tre fundraiser esperti e professionisti del nonprofit saranno intervistati da tre studenti del Master in Fundraising – Università di Bologna. L’obiettivo dell’incontro è quello di scoprire aspetti del Terzo Settore inediti e che normalmente non vengono raccontati. Un dietro le quinte su chi lavora ogni giorno dentro le organizzazioni nonprofit, portato in scena con uno scambio di ruoli divertente, ma profondo per scoprire il significato della professione fundraising.

La prima coppia protagonista di queste interviste è quella formata da Giancarla Pancione, Marketing & Fundraising Director Save the Children Italia, intervistata da Lucrezia Matera, Fundraiser Area Grandi Donatori Save the Children Italia. Lucrezia studentessa Master 2018 conosce Giancarla “tra i banchi” del Master, inizia lo stage a Save the Children e ancora oggi ora lavora lì nell’Area Grandi Donatori. Vedremo quindi una doppia sfida Studente / Docente ma anche Direttore / Fundraiser. Incontriamo poi Alessandra Delli Poggi, Head Partnership e New Business Fondazione AIRC per la Ricerca sul Cancro insieme a Paolo Inno, Research Assistant Università degli Studi di Bari. Paolo, studente della classe 2020, conosce Alessandra Delli Poggi durante il Master e con la sua curiosità e volontà di andare a fondo in ogni aspetto, si è spesso distinto per domande attente e in grado di stimolare il dibattito. Sarà così anche questa volta? Terzo “match”, quello tra Sebastiano Moneta, Fundraising Consultant per DataProsper e Elena Chiti, Junior Data Analyst DataProsper.

Elena, classe 2020 quando inizia il Master vuole assolutamente lavorare nel nonprofit, poi conosce in aula Sebastiano e scopre il suo amore per i dati e l’analisi. Passione che la porta a fare la sua esperienza di stage in DataProsper e a voler assolutamente intervistare il suo capo e docente. Infine, partendo dai dati dell’osservatorio del Master in Fundraising – Università di Bologna, si parlerà di che cosa significhi oggi lavorare nel nonprofit.

Lo scenario socio-economico che va delineandosi è molto incerto, ma proprio per supportare un welfare sempre più in affanno diventano ancora più centrali il ruolo delle tantissime organizzazioni nonprofit, che operano sul territorio nazionale e dei fundraiser, che con il loro lavoro ne determinano sostenibilità, progettualità a lungo termine e impatto. Si parla quindi di settori e ruoli professionali all’interno del nonprofit, ma anche dell’inserimento lavorativo grazie al piano di offerte lavorative e di stage, messo in campo dal Master. Chiudono l’incontro, per lasciare spazio alle domande del pubblico, i racconti di alcuni Alumni sul loro percorso professionale. Per iscriversi all’incontro online gratuito: https://www.master-fundraising.it/controcolloquio 

Torna su
ChietiToday è in caricamento