rotate-mobile
Giovedì, 30 Novembre 2023
Eventi Lanciano

Lanciano celebra gli 80 anni della rivolta contro i tedeschi e del sacrificio degli Eroi ottobrini

Il clou delle celebrazioni ci sarà il 5 e 6 ottobre con la presenza della Banda dei carabinieri. Tanti eventi saranno organizzati dalle associazioni prima e dopo le giornate commemorative

Ricorre quest'anno l'80° anniversario della rivolta del 5 e 6 ottobre 1943, in cui persero la vita 23 lancianesi, 11 in combattimento e 12 per rappresaglia, per liberare la città dall'occupazione nazifascista.

Per questa importante ricorrenza, è stato allestito un programma denso e significativo di manifestazioni, presentato questa mattina nella sala consiliare del Comune alla presenza del sindaco Filippo Paolini, del presidente provinciale dell'Anpi Luigi Borrelli, di Maria Saveria Borrelli dell'Anpi Lanciano "Trentino La Barba", Patrizia di Rocco, presidente dell'associazione "I Colori dell'Iride", e di Gianni Orecchioni, presidente della casa editrice "Rocco Carabba".

L’amministrazione comunale ha voluto condividere il programma con numerose associazioni ed istituzioni fra cui: l'Associazione nazionale partigiani sezione di Lanciano, I Colori dell’Iride, l’Editrice Carabba, le associazioni L'Altritalia, Them Romano, Joseph, Okay oltre ad istituti scolastici. Tramontata la speranza di avere ospite il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella )che sarà impegnato altrove), l'amministrazione comunale spera di avere la presenza di un rappresentante di Governo, che sia un ministro (l'invito è stato rivolto al ministro dell'Interno Matteo Piantedosi) o un sottosegretario.

Numerosi eventi, come proiezioni cinematografiche, presentazioni di libri, percorso itinerante sui luoghi della memoria, arricchiranno le celebrazioni prima e dopo le giornate commemorative. L'Anpi, che ha scelto le città di Matera, Napoli e Lanciano per le celebrazioni ufficiali dell'80° (anche a Casoli ci sarà un evento in occasione del 'compleanno' della Brigata Maiella, il 5 dicembre), organizza il 3 ottobre un convegno nazionale su 'L’Abruzzo e il Molise protagonisti della lotta per la liberazione nazionale'.

Nei giorni 3 e 4 ottobre, l’associazione Them Romano presenterà, invece, il progetto europeo Romheritage. Il 5 e 6 ottobre gli eventi culmineranno in celebrazioni significative e momenti di riflessione collettiva. Il 5 mattino si inizierà con l’apposizione di targhe commemorative in largo D’Anniballe e Parco degli Eroi, la santa messa celebrata dall’arcivescovo Emidio Cipollone presso la cappella degli Eroi al cimitero e alle 18.30 il concerto della Banda dell'Arma dei carabinieri nella cattedrale della Madonna del Ponte; la giornata si concluderà alle 19.30 con la fiaccolata “Memoria per la Pace”.

La presentazione delle celebrazioni in Comune

Il 6 ottobre ci sarà il tradizionale corteo che, muovendo da piazza dell’Arciprete raggiungerà il monumento dedicato ai Martiri Lancianesi e sarà accompagnato dalla Banda dell'Arma. Alla sfilata parteciperanno autorità civili, militari e religiose oltre a tutte le associazioni coinvolte nelle celebrazioni dell’80°.

“Vogliamo celebrare questo evento storico che, nonostante il suo carattere tragico, ha reso onore e dignità alla popolazione lancianese, decorata con la medaglia d’oro al valor militare – ha detto il sindaco Filippo Paolini - Questa celebrazione testimonia l'unità e la solidarietà dei lancianesi, in onore di tutti quei giovani che hanno sacrificato le loro vite per la libertà e la giustizia. Questo anniversario non è soltanto un momento di ricordo, ma anche un’occasione per riflettere sul valore della libertà, sulla resilienza di un popolo e sulla importanza del sacrificio per ideali superiori. La città di Lanciano risplende nel ricordo di quei giorni, un faro di speranza e di resistenza, un monito per le generazioni future sull'importanza del non dimenticare. Le celebrazioni non devono limitarsi ai momenti pubblici di solennità, ma debbono essere uno stimolo per i cittadini e soprattutto per le nuove generazioni per continuare a riflettere, nei mesi a seguire, sui valori di libertà, solidarietà e sui diritti civili che caratterizzano e fortificano la nostra comunità”.

“Invito tutti i cittadini a partecipare a questi importanti eventi – conclude il primo cittadino - per rendere omaggio a quegli eroi che hanno lottato per la nostra libertà, e per tramandare alle future generazioni il valore della memoria e dell'impegno civile. Lanciano vive e rivive nella sua storia, e in questo 80° anniversario, tutta la comunità si stringe in un abbraccio di gratitudine e di ricordo verso i suoi eroi, simboli eterni di libertà e giustizia”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lanciano celebra gli 80 anni della rivolta contro i tedeschi e del sacrificio degli Eroi ottobrini

ChietiToday è in caricamento