Eventi

Festa della donna, da Roccamontepiano a Vasto migranti consegnano fiori a tutte

La festa della donna ai tempi dell'immigrazione: le iniziative degli immigrati nei Comuni che li ospitano nei centri gestiti dal Consorzio Matrix

Per la festa della donna gli immigrati hanno colorato le strade, le piazze, le scuole e gli uffici dei Comuni della provincia di Chieti donando mimose e altri fiori. Il Consorzio Matrix, gestore dei centri d’accoglienza per immigrati nel Medio Alto Vastese, fa il bilancio delle attività collegate alla giornata internazionale della donna ricorrenza in cui i ragazzi dei Centri hanno omaggiato le donne dei Comuni che li ospitano.

Un vento di coesione partito dalle vette di Schiavi d’Abruzzo, dove il fiore della mimosa è stato sostituito dall’omonima torta, degustata insieme con le donne del posto pervenute nel Centro d’accoglienza aperto per l’occasione.

A Carunchio la mascotte africana di due anni è stata accompagnata dagli altri ospiti a distribuire le mimose alle impiegate comunali, alle maestre delle scuole dell’infanzia ed elementari, e alle mamme presenti.

Scendendo verso Palmoli, i giovani migranti l’8 marzo hanno avuto per l’occasione il loro posto nel mercato settimanale cittadino: mentre alcuni erano addetti alla vendita di oggetti creati artigianalmente durante i laboratori artistici che si tengono nella struttura, altri distribuivano mimose alle passanti.

A Lentella oltre ad offrire un dono a tutte le donne incrociate durante il tragitto, i richiedenti asilo hanno rivolto un pensiero particolare alle donne ospiti della Casa Famiglia del paese, per ricordare le mille sfaccettature della condizione femminile.

A Roccamontepiano i migranti hanno celebrato le donne con una festa realizzata con l’assessore al Turismo e Cultura e il Centro Anziani, distribuendo fiori con bigliettini di auguri scritti in diverse lingue, mentre alcuni hanno trascritto su cartoncini delle poesie inerenti la donna e le hanno regalate. Non sono mancati canti, balli e dolci fino al tardo pomeriggio, con grande partecipazione delle nonne.

Sulla costa infine, le strutture di Torino di Sangro e Vasto sono scese in piazza con fiori sgargianti, a Vasto cinque ospiti africane hanno donato a tutte le donne incontrate le mimose accuratamente confezionate da loro, mentre i ragazzi di San Salvo hanno fatto visita ai negozi del centro storico e nei locali del Centro Culturale “Aldo Moro”, negli uffici comunali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festa della donna, da Roccamontepiano a Vasto migranti consegnano fiori a tutte

ChietiToday è in caricamento