rotate-mobile
Eventi Centro

La Casina dei Tigli presenta la sua Settimana Mozartiana

Dal 23 al 31 luglio concerti jazz, arte e menù ispirati alle tradizioni austriache. Il disappunto degli organizzatori: "I tempi della manifestazione ufficiale potevano essere gestiti meglio"

Mentre il programma completo della manifestazione ufficiale non è ancora stato reso noto (bisognerà aspettare mercoledì prossimo), la Casina dei Tigli è pronta per la ‘sua’ Settimana Mozartiana: otto giorni di concerti, salotti, arte e menù a tema con la figura di Mozart a fare da filo conduttore e una proposta variopinta di concerti jazz.

L’incertezza sulle date ha inevitabilmente creato problemi anche qui. “Alcuni impegni presi con gli artisti li abbiamo mantenuti - ha dichiarato l'onorevole Fabrizio Di Stefano co-gestore della casina assieme alla famiglia D'Angelo - abbiamo realizzato un Aspettando la Settimana Mozartiana poiché ci eravamo già organizzati con tutta una serie di eventi che in parte siamo riusciti a spostare e in parte siamo riusciti a mantenere per quello che doveva essere il periodo già individuato (dal 18 al 24 luglio, ndr). Per questo partiremo venerdì prossimo, 22 luglio, e andremo avanti fino a domenica 31. Non neghiamo il nostro disappunto perché la programmazione di una manifestazione che si ripete da 17 anni forse andava gestita meglio. Le difficoltà economiche ci sono come in tutte le amministrazioni comunali e chi più di me può capirle, ma la gestione di questo evento poteva, almeno nella tempistica, essere affrontata con dei passaggi diversi. Se lo spostamento di date fosse stato comunicato un mese fa probabilmente non avrebbe creato problemi”.  

Un disagio confermato dal maestro Fabio D’Orazio, a cui è affidata la direzione artistica della XVII Settimana Mozartiana che ha detto di avere dei nomi importanti in serbo che però non può ancora diffondere per motivi contrattuali.

"Tuttavia - ha aggiunto Di Stefano – non vogliamo lamentarci solamente, ma fare qualcosa per il Comune e siamo convinti che nonostante le difficoltà la Settimana Mozartiana continuerà a essere gradita dal pubblico e che ora è più che mai indispensabile questa sinergia tra pubblico e privato

MUSICA E SPETTACOLI – Alla villa si comincia quindi venerdì prossimo con Aspettando la Settimana Mozartiana: tre appuntamenti al fresco dei tigli che anticiperanno le iniziative legate alla manifestazione ufficiale, che inizierà il 26 luglio e si concluderà il 31. Venerdì 22 ci saranno Federico Perrotta e Valentina Olla che leggeranno le folli lettere di Mozart alla cugina, accompagnati da Ercole Di Francesco; tra il pubblico, come ospite, anche il regista Pier Francesco Pingitore. Domenica 24 si esibirà il quartetto jazz capitanato dal sassofonista Carmine Ianieri, il giorno dopo la voce di Assunta Menna e delle Cheek to Cheek, che già lo scorso anno suonarono nei salotti mozartiani.

I concerti che si riallacceranno alla Settimana Mozartiana inizieranno martedì 26 luglio con il contrabbassista  Luigi Basioli featuring Michael Supnick, mercoledì spazio ai giovani musicisti teatini del Mombasa quartet, giovedì 28 Erika Secondino, venerdì 29 il duo Giulio Gentile-Emanuela Di Benedetto, chiusura domenica 31 luglio con il concerto del Wind Quintet Abruzzo Festival Orchestra che eseguiranno le arie di Mozart, Morricone, Piazzolla e le colonne sonore dei colossal cinematografici. Il programma musicale è realizzato con la consulenza artistica di Mario Di Felice.

ARTE - Ma la Settimana Mozartiana della Casina dei Tigli è anche arte: con la collaborazione del critico Massimo Pasqualone, dal 22 al 31 luglio dodici artisti, quasi tutti abruzzesi, si alterneranno per la rassegna d’arte contemporanea MozArtinVilla 2016. Partecipano Natalia Orsini, Sara Quida, Concetta Daidone e Vilma Santarelli, Maria Basile e Sara Forlivesi, Carla Cerbaso e Alberto Colazilli, Mario Buongrazio e Concetta Iaccarino, Michela Matani e Liberata Mizzoni.

DEGUSTAZIONI - La proposta gastronomica delle varie serate è stata descritta da Gaudenzio D’Angelo: “Per la XVII edizione della Settimana Mozartiana - ha spiegato – ogni sera proporremo un menù della tradizione austriaca adattato all’Italia. Tra le proposte: la zwiebelsuppe (zuppa di cipolle), gli gnocchi al formaggio e burro fuso, il bollito di manzo, l’arrosto di maiale, la torta sacher e molto altro. Ci sarà anche il cibo di strada, con una rivisitazione del calzone della Casina che diventerà un wurstel in camicia di pasta sfoglia fritta, mentre un birrificio ci fornirà birra artigianale dall’Austria”.

Non mancheranno le dame in costumi tipici e gli allestimenti mozartiani.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Casina dei Tigli presenta la sua Settimana Mozartiana

ChietiToday è in caricamento