rotate-mobile
Economia

Le autostrade A24 e A25 tornano a Strada dei parchi, cui saranno riconosciuti 500 milioni a patto di rinunciare ai giudizi pendenti

Ne dà notizia il deputato abruzzese di Fratelli d'Italia Testa, che spiega: “Grazie a un emendamento al dl Anticipi è stato superato il contenzioso tra lo Stato e Strada dei Parchi nel rapporto concessorio delle autostrade A24 e A25"

A partire dal 1° gennaio 2024, la società Strada dei Parchi avrà nuovamente la concessione delle autostrade A24 e A25 e le verranno riconosciuti 500 milioni, divisi in egual misura nelle annualità 2023 e 2024, a patto che rinunci a tutti i giudizi pendenti.

Ne dà notizia il deputato abruzzese di Fratelli d'Italia, Guerino Testa, che spiega: “Grazie a un emendamento al dl Anticipi è stato superato il contenzioso tra lo Stato e Strada dei Parchi nel rapporto concessorio delle autostrade A24 e A25".

"Come abruzzese - commenta Testa - non posso non esprimere soddisfazione per la risoluzione di una vicenda che mette a riparo gli oltre 1.300 dipendenti del gruppo Toto e che certifica, ancora una volta, la concretezza del governo Meloni nel decidere su argomentazioni importanti come la gestione di una rete autostradale fondamentale non solo per la mia regione, ma per tutto il centro Italia”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le autostrade A24 e A25 tornano a Strada dei parchi, cui saranno riconosciuti 500 milioni a patto di rinunciare ai giudizi pendenti

ChietiToday è in caricamento