rotate-mobile
Giovedì, 11 Agosto 2022
Economia

Nuova acquisizione per la Dyloan di Chieti: cresce il polo del lusso in Abruzzo

Il gruppo acquisisce anche la T-shock, serigrafia per l’abbigliamento di Silvi Marina (Teramo) e investe quasi due milioni. I fratelli Di Rienzo: “Crescere per rispondere alle richieste del mercato della moda luxury”

Dopo la Orlando Confezioni di Villamagna e la milanese ShapeMode, la società teatina Dyloan dei fratelli Anna Maria e Loreto Di Rienzo annuncia l’acquisizione di T-shock, serigrafia per l’abbigliamento di Silvi Marina (Teramo) specializzata nella stampa su tessuto e su pelle.

Con questa nuova importante operazione del gruppo Dyloan cresce quello destinato a diventare in Abruzzo un polo industriale di riferimento per il mondo della moda luxury.

Nell’ampio arcipelago dei fratelli Di Loreto entra quindi a far parte la realtà di T-shock, una decina di dipendenti ora a pieno titolo in Dyloan che ha fatto subito un importante investimento di 1,7 milioni di euro per il miglioramento tecnologico.

“Per noi è importante salvaguardare il capitale umano e rafforzare il know how dei nostri collaboratori, che attualmente sono più di duecento”, afferma Anna Maria Di Rienzo, fondatrice e Ceo di Dyloan, fresca vincitrice del premio Phenomena 2022. “Questa nuova acquisizione rappresenta un ulteriore passo in avanti nella direzione che stiamo tracciando per il futuro della nostra azienda e del tessuto territoriale in cui operiamo. Per rispondere alle richieste del mercato nel segmento della moda luxury abbiamo necessità di aumentare la capacità produttiva interna, in questo percorso rientrano le acquisizioni della Orlando Confezioni prima, e ora di T-shock, su cui è già pronto un importante investimento per il miglioramento tecnologico”.

Nella storica sede di Chieti Scalo, da più di trentacinque anni, prendono forma tessuti e lavorazioni dall’elevato appeal, frutto delle più sofisticate tecnologie applicabili ai settori del fashion, dell’arte e del design. Tra i clienti di Dyloan, si annoverano i più famosi brand della moda luxury.

“Il nostro lavoro è immaginare il domani e fare in modo che si realizzi oggi”, afferma Loreto Di Rienzo, cofondatore e Technology Ambassador, “e lo facciamo attraverso un sodalizio inscindibile tra sapienza artigianale e innovazione. La cura dei dettagli e la creatività sono elementi caratterizzanti e distintivi, espressione di un’eredità culturale capace di proiettarci a pieno titolo nel panorama economico internazionale. E l’Abruzzo può esserne protagonista attraverso la creazione di un polo industriale manifatturiero”. 

“Il ruolo della filiera nel settore del lusso è cruciale”, conclude il direttore generale Nicola Di Marcoberardino, “lavorare con i più grandi brand su scala globale vuol dire stare al passo con l’evoluzione tecnologica e con l’innovazione digitale. Velocità, flessibilità e resilienza sono i nostri punti di forza, insieme alla visione chiara e solida della proprietà. E da oggi T-shock fa parte del progetto”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova acquisizione per la Dyloan di Chieti: cresce il polo del lusso in Abruzzo

ChietiToday è in caricamento