rotate-mobile
Giovedì, 29 Febbraio 2024
Economia

Domenico Bocchini vince la tredicesima edizione di Start Impresa: premiato il progetto del 37 enne di Torino di Sangro

Il suo progetto di creare un allevamento di lombrichi nasce dal desiderio di costruire qualcosa che possa apportare valore alla comunità e alla natura

È Domenico Bocchini con il suo business plan per “Top Lombrico” il vincitore della tredicesima edizione di Start Impresa, il corso gratuito di formazione specialistica per lo sviluppo della nuova imprenditoria promosso dalla Sezione Servizi Innovativi di Confindustria Abruzzo Medio Adriatico, che premia le migliori idee e offre la possibilità di sviluppare il proprio progetto d’impresa. Domenico Bocchini, 37 anni, di Torino di Sangro, dopo anni trascorsi in fabbrica, è tornato all’azienda di famiglia e ha progettato “Top Lombrico”.

Il suo progetto nasce dal desiderio di costruire qualcosa che possa apportare valore anche alla comunità e alla natura. Verrà avviato infatti un allevamento di lombrichi, gli artefici della produzione del più grande fertilizzante che la natura abbia creato: l’humus di lombrico. Lavorerà nel mercato dei fertilizzanti naturali che si rivolge ad aziende agricole, vivai, privati e hobbisti che vogliono approcciarsi ad una coltivazione naturale a tutela della propria salute, a quella della propria famiglia, dei propri clienti e a tutela della salute della terra.

Il business plan di Domenico Bocchini ha pienamente convinto la giuria riunitasi oggi per valutare l’ultima prova – il discorso di presentazione dei progetti finalisti - del Corso-Concorso confindustriale cui si erano candidati a settembre scorso oltre trenta aspiranti imprenditori. Il premio di duemila euro, messo a disposizione dal main sponsor Proger Spa, è stato consegnato dal suo presidente Umberto Sgambati. Abbracciano settori diversi ma tutti di grande attualità anche i restanti progetti finalisti.

Valentina Candeloro, facendo tesoro del suo attuale lavoro in un’azienda che produce macchinari e componenti meccanici ha presentato Stronger together: un progetto che si focalizza sull’integrazione della catena del valore, dall’ingresso dell’ordine all’immissione sul mercato, ottimizzando il livello qualitativo del prodotto finale. Con una operazione di acquisizione di un fornitore, il progetto va ad aumentare la qualità dei prodotti, ad integrare i progetti di know-how e a generare un miglioramento reputazionale sul territorio.

Francesco D'Orio ha presentato H2 Ant che nasce dall’impegno di alcuni studenti per la sostenibilità e crede nell’idrogeno verde. Si prevede che la domanda di idrogeno aumenterà ogni anno del 20 - 25%. Nel progetto, l’impianto fotovoltaico di casa è l’elemento di partenza, al quale si applica un apparecchio che accumula l’idrogeno verde. Questo progetto ha ricevuto in premio tre mesi di segreteria virtuale offerti da Secretel Service srl.

Alberto Fontana con il progetto Osasis si colloca nel turismo ed ambisce a produrre moduli artigianali in alluminio per realizzare piattaforme galleggianti adatte per una vivibilità 24 ore su 24, con spazi giorno e notte personalizzabili, per vivere la vacanza in location uniche. Prevede investimenti importanti e una rete di partners di alto livello nel design, nell’ambito tessile e del turismo. Per supportare la realizzazione della sua idea, è stato premiato da Radio Isav con sei mesi di spot promozionali.

Sebastian Lazzaro con Bollson realizza borse ed accessori di moda, li distribuisce tramite e-commerce e prevede un investimento di 50mila euro nel primo anno, occupandosi di progettazione, misura, taglio, lavorazione in maniera artigianale e sostenibile, poiché adotta materiali di recupero. È stato premiato con un anno solare di iscrizione gratuita a Confindustria Abruzzo Medio Adriatico e anche con il premio del partner Uppo: un anno di utilizzo gratuito dei corsi erogati da https://www.carriere.it/ Molto apprezzata da tutti i finalisti di Start Impresa, inoltre, l’importante opportunità che Start Impresa offre per finanziare e mettere a terra le proprie attività, grazie al coinvolgimento nel percorso di autorevoli partners come Invitalia, Fira e Fidimpresa Italia.

“Progetti ben presentati e ricchi di contenuti hanno caratterizzato questa giornata finale di un percorso formativo che non vuole premiare la migliore idea d’impresa, ma bensì il miglior progetto di impresa sviluppato attraverso un business plan”, afferma Paolo De Grandis, presidente della Sezione Servizi Innovativi dell’associazione degli industriali delle province di Chieti, Pescara e Teramo. “Tutto ciò ci conferma il grande lavoro di squadra delle imprese coinvolte nel progetto che affiancano i nostri corsisti e ci spingono a continuare in questa iniziativa e favorire l’autoimprenditorialità nel nostro territorio” ha aggiunto De Grandis.

Paolo Campana, vice presidente Confindustria Abruzzo Medio Adriatico e referente del progetto ha spiegato: “Start Impresa offre un programma formativo innovativo, strutturato in moduli didattici e arricchito da esperienze di successo e risorse formative approfondite. Grazie alla nostra piattaforma di e-learning, i corsisti hanno accesso a materiali didattici, esercitazioni e video lezioni da consultare in modo flessibile e sicuro, ovunque siano e da qualsiasi dispositivo. Il punto forte del nostro percorso formativo è la continua interazione tra insegnanti e studenti, che garantisce un apprendimento coinvolgente e personalizzato".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Domenico Bocchini vince la tredicesima edizione di Start Impresa: premiato il progetto del 37 enne di Torino di Sangro

ChietiToday è in caricamento