Economia Francavilla al Mare

Francavilla: turismo e commercio in crisi, lo Iat chiuso da 8 mesi

Confcommercio torna a interrogare l'amministrazione comunale sulle condizioni di commercio e turismo e chiede che l'Ufficio Informazioni e Accoglienza Turistica sia riaperto al più presto

Cosa vuole fare l'amministrazione comunale di Francavilla per il commercio e il turismo? A chiederlo è la Confcommercio, preoccupata per la mancanza di idee per superare la grave crisi economica.

L'organizzazione di categoria accusa il sindaco di non voler più ascoltare le esigenze dei commercianti e si interroga allo stesso tempo sul futuro del turismo. Lo Iat infatti, l'Ufficio Informazioni e Accoglienza Turistica regionale, è chiuso da settembre 2011, dopo essere stato gestito per 15 mesi proprio da Confcommercio.

 "Chiediamo che l'ufficio sia riaperto completamente al più presto da altri soggetti con altrettanta, anzi maggiore, competenza nel campo del turismo" dice Antonio Del Ciotto, presidente di delegazione Confcommercio Francavilla mentre elenca le ultime chiusure in città di esercizi “storici”, "che facevano della qualità e della cortesia la loro arma migliore. Altri sono sull'orlo della chiusura - aggiunge - nonostante la qualificata competenza dei gestori".

Le tasse giustamente si continuano a pagare e di una minima riduzione della Tarsu per imprese turistiche e piccolissimi commercianti neanche a parlarne, non resta che aggrapparsi alla possibilità di un raggio di sole in termini di guadagni che la prossima stagione potrebbe portare. Ma, anche in questo caso, il punto interrogativo è d'obbligo, perchè, dice ancora Confcommercio, "niente è stato ancora fatto in termini di programmazione delle manifestazioni estive".

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Francavilla: turismo e commercio in crisi, lo Iat chiuso da 8 mesi

ChietiToday è in caricamento