rotate-mobile
Giovedì, 9 Febbraio 2023
Economia San Salvo

I Cobas: "Ad Amazon ritmi serrati e 80 contratti non rinnovati dopo appena tre mesi"

Protesta dell'esecutivo provinciale dei Cobas del lavoro privato: "Perché licenziare persone arrivate a San Salvo, anche da regioni lontane, con il miraggio di un lavoro sicuro? E la politica locale che fa?"

“Il ceto politico del vastese aveva salutato la venuta in Abruzzo di Amazon come un 'contributo allo sviluppo della zona e come occasione di nuova occupazione'. Ci giungono voci 'dall’interno' di ritmi serratissimi, di disciplina quasi da lager con licenziamenti 'a la carte'. La notizia ufficializzata di pochi giorni fa circa il non rinnovo di circa 80 contratti a tempo determinato, anche a persone che erano giunte da regioni lontane dal nostro territorio, con il miraggio di una 'occupazione sicura', confermano tutte le perplessità che avevamo su questo tipo di investimento produttivo”. Lo afferma l'esecutivo provinciale di Chieti dei Cobas del lavoro privato.

“Vengono così smentite tutte le previsioni ottimistiche formulate dai piccoli potentati politici locali di ogni colore – continua il sindacato - i quali si erano fatti ritrarre in pompa magna nei locali Amazon in occasione dell’inaugurazione dello stabilimento. Ora chiediamo agli stessi, ma anche alla dirigenza Amazon: che tipo di lavoro si era immaginato in una azienda di tal fatta? E ancora: come mai lavoratori assunti da appena tre mesi vengono licenziati? C’è un calo di ordinativi? Non possiamo credere a questo, dati gli alti volumi di ordinativi registrati da Amazon. E allora perché licenziare persone, che magari abbagliate dal miraggio del 'lavoro sicuro', avevano già preso case in locazione o avevano investito soldi per essere residenti stabili nelle vicinanze del posto di lavoro, presunto 'sicuro'? Si vuole instaurare un regime di timore nell’azienda? E i politicanti locali cosa pensano di questo rodeo ai danni dei lavoratori? Forse erano troppo impegnati nelle elezioni politiche? E forse ora sono impegnati nella futura competizione elettorale regionale? I Cobas, come sempre attenti alla difesa dei lavoratori e delle loro condizioni di lavoro, vigilano sulla questione e sono pronti ad offrire, qualora lo richiedessero i lavoratori, occasione di organizzazione e di contrasto allo sfruttamento del lavoro”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I Cobas: "Ad Amazon ritmi serrati e 80 contratti non rinnovati dopo appena tre mesi"

ChietiToday è in caricamento