Economia

La Teate Servizi si ferma, Febo torna ad offrire collaborazione

Firmata ieri una proroga di altri due mesi per l'affidamento dei servizi, ma non basta: il piano industriale sarà presentato solo a giugno. Il capogruppo di "Chieti per Chieti" sollecita l'amministrazione Di Primio

Il capogruppo di “Chieti per Chieti”, Luigi Febo, torna ad offrire la collaborazione dell’opposizione alla giunta comunale per risolvere i problemi della Teate Servizi. “Non è più possibile – scrive in una nota – tenere in apprensione le sessanta famiglie dei lavoratori”.

Oggi (1° febbraio) la Teate Servizi è chiusa e sono fermi i servizi erogati dall’azienda: riscossione dei tributi, tumulazione dei defunti, manutenzione dei parchi e degli alloggi comunali. In più, attualmente un quinto degli operai non ha più diritto all’indennità di disoccupazione “perché – dice Febo – la tanto promessa turnazione dei lavoratori non è stata effettuata”. I dipendenti con anzianità di servizio non lavorano, sostituiti da operai in forza all’azienda da poco più di un anno: una problema che Febo aveva già sollevato nei giorni scorsi.

La giornata di ieri è stata particolarmente importante per il destino dell'azienda a capitale pubblico. Il 31 gennaio scadeva la proroga di un mese per il riaffidamento dei servizi. Un tempo calcolato tenendo conto che entro il 25 gennaio il consiglio comunale avrebbe dovuto valutare il piano industriale della Teate Servizi. Ma entro quella data non è successo nulla e il piano industriale sarà presentato soltanto a giugno.

Così ieri è stata firmata una nuova proroga, fino al 31 marzo, per affidare i servizi ai 42 operai dell'azienda ancora al lavoro. Un tempo in ogni caso troppo breve.

“Tutto il centrosinistra – afferma Luigi Febo – vuole che la Teate Servizi continui ad operare e ad erogare i servizi effettuati finora, ma l’amministrazione deve decidere se mantenere in vita o meno quest’azienda e soprattutto comunicare ai cittadini quali servizi affidarle”. Secondo il consigliere di opposizione, che promette di presentare un’interrogazione in consiglio comunale, sarebbero in bilico la gestione del gas e dei servizi cimiteriali.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Teate Servizi si ferma, Febo torna ad offrire collaborazione

ChietiToday è in caricamento