Economia

I caravan dalla Val di Sangro in Germania: accordo Sangritana-Trigano Van

Presentata la nuova commessa ferroviaria internazionale. Marsilio: "La sfida di SangritanaCargo rafforza la vocazione del territorio"

Commessa ferroviaria internazionale di livello per SangritanaCargo: i camper caravan prodotti dalla Trigano in Val di Sangro viaggeranno dal terminal di Saletti a quello di Gross Gerau, in Germania. Affermata in tutta Europa e leader in Italia nel settore dell’autocaravan, la Trigano è presente in Abruzzo con uno stabilimento a Paglieta. Attraverso l’operatore logistico tedesco Ars Altman, ha affidato all’impresa ferroviaria abruzzese il trasporto dei campervan che produce in provincia di Chieti.

Il nuovo servizio ferroviario internazionale è stato presentato, questa mattina, in conferenza stampa, a Lanciano, dall’amministratore unico di Sangritana Spa, Pasquale Di Nardo, alla presenza del presidente della giunta regionale, Marco Marsilio, del presidente di TUA, Gianfranco Giuliante, del presidente di Captrain Italia, Mauro Pessano, e del direttore generale di Trigano, Giancarlo Finizio.

 “Abbiamo lavorato con passione e tenacia – le parole di Pasquale Di Nardo - per raggiungere questo obiettivo che è motivo di orgoglio per la nostra azienda e per l’Abruzzo. Anni d’impegno, professionalità, di relazioni tese alla creazione di sinergie con altre imprese ferroviarie che hanno portato Sangritana Cargo a lavorare in Europa con i più importanti players internazionali Un sodalizio che si è consolidato nel tempo e che ha reso possibile, per questo nuovo servizio, la creazione di un network d’imprese ferroviarie importanti che saranno coordinate da SangritanaCargo”.

“Con la nuova commessa ferroviaria internazionale – ha commentato Marsilio - si viene a creare, tra il mondo della produzione e l’impresa ferroviaria della Regione, una straordinaria sinergia che, favorendo il trasporto su ferro, riduce i costi della logistica, rendendo il tessuto produttivo dell’Abruzzo più competitivo. Questo servizio di SangritanaCargo – ha aggiunto  – non solo rafforza tale vocazione del nostro territorio ma rappresenta anche l’ennesima dimostrazione del fatto che, come Regione Abruzzo, stiamo lavorando proprio nell’ottica di mettere in condizione il nostro vettore, SangritanaCargo, di offrire alle aziende quelle piattaforme logistiche e infrastrutturali capaci di servire le necessità delle imprese della produzione e favorire, quindi, nel breve e medio periodo, la creazione benessere e ricchezza nel nostro territorio”.

Anche l’ambiente ne  beneficia, considerato che si riducono fortemente le emissioni di anidride carbonica, liberando anche le principali arterie autostradali: il trasporto su ferrovia consente di ridurre l'anidride carbonica di 14,4 tonnellate in ogni viaggio e annualmente di 691,2.

La Trigano attualmente conta 450 dipendenti, ma si punta a 500 e 9.000 van da produrre nel 2021, copre il 30% del mercato europeo dei camper e ha grandi interessi in Germania. In questo periodo di Covid la Sangritana cargo è stata in controtendenza rispetto alla concorrenza: "Abbiamo avuto un aumento di fatturato che dai 5,3 milioni di euro del 2019 è salito a 7,9 milioni, più 49%" ha detto ancora l'ad Di Nardo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I caravan dalla Val di Sangro in Germania: accordo Sangritana-Trigano Van

ChietiToday è in caricamento