rotate-mobile
Economia

Assemblea sindacale in difesta della DTL, Di Primio: "Non possiamo cedere nulla"

Assemblea sindacale ieri alla DTL indetta da Cgil, Cisl, Uil, Ugl, Confsal e Flp in difesa dell'Ufficio Territoriale del Lavoro di Chieti

Assemblea sindacale ieri alla DTL in difesa dell’Ufficio Territoriale del Lavoro di Chieti. Indetta da Cgil, Cisl, Uil, Ugl, Confsal e Flp la riunione, svoltasi nella sede al Theate center, ha visto la partecipazione del sindaco Di Primio, il quale ha sottolineato come il DPCM che prevedrebbe la trasformazione in Presidio della DTL di Chieti sia “viziato” fin dall’origine in quanto “i parametri in esso contenuti contrastano con i dati oggettivi in possesso della stessa sede di Chieti. Un provvedimento che controverte i principi della Spending Review e taglia servizi sul nostro territorio”.

Il sindaco ha riferito di voler appoggiare le iniziative che le rappresentanze sindacali metteranno in atto nelle prossime settimane per contestare il provvedimento, trovando anche poco rassicuranti in questo senso le dichiarazioni del sottosegretario Legnini circa il futuro del Dipartimento.

Non possiamo cedere nulla della DTL di Chieti e, se proprio si devono rivedere le Direzioni, ebbene si valuti, se per davvero si vuole contenere il costo, la proposta che ho più volte fatto, anche a questo Governo, di utilizzare contenitori come la Caserma Berardi per localizzarvi tutti gli Uffici pubblici sparsi sul territorio e gravati dal pagamento di affitti”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assemblea sindacale in difesta della DTL, Di Primio: "Non possiamo cedere nulla"

ChietiToday è in caricamento