Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca Lanciano

La Ztl di Lanciano continua a far strage di multe: ricorso collettivo di Ascom Abruzzo

Secondo l'associazione, la zona a traffico limitato sarebbe stata istituita senza rispettare il codice della strada. Per aderire si può contattare l'avvocato Quirino Ciccocioppo

Ricorso collettivo, curato dall’associazione Ascom Abruzzo tramite l’avvocato Quirino Ciccocioppo, contro le multe comminate ai cittadini di Lanciano per la violazione della Ztl nel centro storico. Per l’associazione, la zona a traffico limitato sarebbe stata istituita violando il nuovo codice della strada, il regolamento di esecuzione e di attuazione del codice della strada e le autorizzazioni ministeriali. A fronte dell’illegittimità della Ztl, le sanzioni amministrative sarebbero state comminate indebitamente. 

Da tempo, la Ztl lancianese fa discutere commercianti e residenti. I primi lamentano una gestione poco organizzata e un notevole calo di affari rispetto al periodo precedente. I secondi, anche se provvisti di permesso, hanno subito il malfunzionamento del sistema di controllo, che ha fatto inviare decine di multe anche a chi era perfettamente in regola. 

Ascom Abruzzo contesta il fatto che non sia stata installata adeguata segnaletica, visibile ad almeno 80 metri, come prevede la legge. 

I moduli per aderire al ricorso sono a disposizione nello studio dell’avvocato Quirino Ciccocioppo, in corso Trento e Trieste 97, dal lunedì al venerdì, dalle ore 16 alle ore 19; per avere informazioni si può contattare l’avvocato ai numeri 0872.478102 e 339.6147948 oppure tramite pec quirinociccocioppo@pec.it. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Ztl di Lanciano continua a far strage di multe: ricorso collettivo di Ascom Abruzzo

ChietiToday è in caricamento