Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca Centro Storico

Zeman tra i finalisti del Premio Prisco, i neroverdi: "Non lo vogliamo"

Nuova polemica tra teatini e pescaresi da qualche giorno: l'allenatore del Pescara è tra i finalisti del Premio Prisco 2012. In città e in rete girano manifesti di protesta contro la 'pescarestà' a tutti i costi

Non bastava l'emergenza rifiuti a creare tensione tra i due capoluoghi, adesso torna anche la guerra calcistica. E torna attaccando l'allenatore del Pescara, Zdenek Zeman, che il 7 maggio prossimo, in occasione del Premio Prisco 2012, potrebbe essere uno dei premiati al teatro Marrucino.

Il boemo infatti è tra i finalisti assieme agli allenatori del Siena Sannino, e del Catania Montella. Neanche a dirlo e in città sono subito apparsi dei manifesti, senza firma ma dalla proprietà facilmente intuibile, contro allenatore e manifestazione.

"Zeman a Chieti non lo vogliamo! Basta con questa ondata di pescaresità e non, a tutti i costi". C'è scritto.  I tifosi neroverdi starebbero anche preparando delle manifestazioni di protesta per il giorno del premio, in programma il 7 maggio e lo annunciano nel volantino, che è stato affisso vicino l'ex Banca d'Italia, sede del Comune di Chieti. "Se lui verrà dentro il nostro teatro noi ci saremo, Chieti merita rispetto".

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zeman tra i finalisti del Premio Prisco, i neroverdi: "Non lo vogliamo"

ChietiToday è in caricamento