Ortona, Wwf: "Salviamo gli alberi, serve regolamento di verde urbano"

L'associazione zona frentana e costa teatina chiede all'amministrazione di evitare potature inutili o dannose che potrebbero indebolire le piante. Vogliono regole precise per tutelare il verde urbano

Il Wwf chiede al sindaco di Ortona, Enzo D’Ottavio, e all’assessore all’Ambiente, Roberto Serafini, di salvare gli alberi. Fabrizia Arduini, per la sezione dell’associazione ambientalista della zona frentana e costa teatina, chiede in particolare di “fermare qualsiasi azione possa distruggere o indebolire un albero in buone condizioni”.

“Suggeriamo all’amministrazione – prosegue - di dotarsi in tempi brevi di un regolamento del verde pubblico con il quale definire chiaramente gli interventi di manutenzione consentiti e di nuove piantumazioni, sulla base di preventivi censimenti e monitoraggi sugli individui esistenti”. 

Secondo il Wwf in questo modo si eviterebbero interventi che “non risolvono mai i problemi, semmai li accentuano. Consigliamo inoltre di posizionare sugli alberi delle bat box per ospitare chirotteri, poiché, insieme alle rondini, eliminano giornalmente e a costo zero migliaia di moscerini e zanzare, a differenza della gran parte delle disinfestazioni, che oltre ad essere poco salubri per l'uomo, possono eliminare indiscriminatamente anche insettivori o insetti utili. Noi siamo a completa disposizione dell’amministrazione per collaborare ad una nuova e più sostenibile gestione delle aree verdi cittadine”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto in bilico sullo strapiombo, tragedia sfiorata in via della Liberazione

  • Il principe Alberto di Monaco in visita privata alle tenute Masciarelli

  • A fuoco camion che trasportava agrumi: chiusa l'autostrada tra Francavilla e Chieti

  • La troupe della Rai gira sulla Majella per la trasmissione di Alberto Angela

  • Le 4 migliori pasticcerie di Chieti secondo Tripadvisor

  • Sgominata la banda di spacciatori che maneggiava cocaina purissima e aveva legami con la camorra

Torna su
ChietiToday è in caricamento