Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca

Violenze dopo il baseball: l'allenatore non risponde al gip

L'interrogatorio di R.F. in carcere a Madonna del Freddo. E' accusato di violenza su tre minori di 14 anni, gran parte degli episodi dopo gli allenamenti al campo da baseball

Ha avuto difficoltà anche nel fornire le proprie generalità al gip R.F., l’allenatore 51enne originario di Caracas e residente a Sambuceto, accusato di violenza e atti sessuali nei confronti di tre ragazzini, minori di 14 anni.

I fatti all’interno del bar del campo di baseball a Chieti Scalo e in trasferta, secondo quanto ricostruito dall’accusa. R.F. avrebbe approfittato del suo ruolo per attrarre e abusare sessualmente di tre minori della squadra di baseball che allenava. Violenze che, secondo la Procura di Chieti, si sarebbero ripetute più volte. L’inchiesta è scattata all’inizio di marzo dopo la denuncia dei genitori di una delle vittime che aveva fatto ricorso alle cure dei medici dell’ospedale SS. Annunziata.

Questa mattina era previsto l’interrogatorio di garanzia davanti al gip del tribunale di Chieti dell’allenatore, in carcere a Madonna del Freddo dopo l’arresto da parte della Squadra Mobile della Questura di Chieti. L’uomo si è avvalso della facoltà di non rispondere. Come riferito dal suo legale, l'avvocato Luigi Antonangeli, “era in stato confusionale, sconvolto e molto provato”. Il gip non ha potuto far altro che disporre il rinvio. 

L’inchiesta va avanti per accertare ulteriori episodi. Nel 2011 R.F.  finì nei guai per una vicenda simile che però fu archiviata.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenze dopo il baseball: l'allenatore non risponde al gip

ChietiToday è in caricamento