Cronaca Atessa

Atessa: abusò di una giovane, 66enne torna in carcere

Era agli arresti domiciliari, l’uomo che nel 2009 abusò di una ragazza con ritardo psicomotorio. Ha tentato di evadere: la Corte d’Appello dell’Aquila ha disposto il suo ritorno in carcere

Nell’ottobre del 2009 G.P., un uomo di Lanciano, fu arrestato per aver commesso abusi sessuali su una giovane affetta da ritardo psicomotorio.

Il Tribunale lo condannò alla pena di 2 anni e 4 mesi di reclusione. L’imputato era malato e così, dopo più di un anno trascorso in carcere, gli erano stati concessi gli arresti domiciliari  presso una casa di cura della zona.

Ieri sera (10 novembre) il 66enne si è allontanato dalla Casa di cura senza autorizzazione. I Carabinieri della Stazione di Atessa lo hanno riportato nel carcere di Lanciano, con l’ulteriore accusa di evasione. La Corte di Appello dell’Aquila ha disposto la sua permanenza definitiva nella casa circondariale per espiare il residuo della condanna.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Atessa: abusò di una giovane, 66enne torna in carcere

ChietiToday è in caricamento