Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca

L'università cerca regista laureato in Lettere, un concorso su misura alla d'Annunzio?

E' quanto sarebbe accaduto all'università d'Annunzio dove il bando per un contratto a progetto è stato vinto da un docente

Un concorso pubblico su misura, creato appositamente per inserire una figura già designata. E' quanto sarebbe accaduto all'università d'Annunzio secondo il giornale zonedombra. Come dire, a pensare male si fa peccato ma spesso ci si azzecca. Soprattutto, aggiungiamo amaramente, in Abruzzo.

IL BANDO - Le cose sono andate così: il 20 febbraio 2013 l'università d'Annunzio pubblica un bando per il conferimento di un incarico di co.co.co. di 12 mesi presso la Segreteria Direzione Generale, ovvero un contratto a progetto volto a potenziare le attività di promozione e divulgazione delle inziative didattico-scientifiche dell'Ateneo tramite il servizio di documentazione audiovisiva. Si cerca una figura con precisi requisiti: Diploma di laurea in Area Umanistica, Diploma in Regia Cinematografica e Televisiva presso la Scuola Nazionale di Cinema, attività di almeno tre anni nel settore cinetv, attività di gestione e coordinamento non inferiore a tre anni di progetti di comunicazione in ambito universitario. Nell'avviso si precisa inoltre che sono eslcusi dalla partecipazione al concorso il personale dell'Università d'Annunzio di Chieti-Pescara e i parenti fino al quarto grado ddi un componente del Cda dell'Ateneo.

L'11 aprile viene pubblicato l'esito della selezione e si scopre che il concorso è stato vinto dal dottor Giampiero Consoli. Scorrendo il suo nome sul sito dell'Ud'A lo stesso risulta essere però docente di cinema e formazione al corso di laurea in Scienze delle professioni educative.

Ha vinto il concorso con 94 punti, 14 in più del candidato arrivato secondo, avrebbe tutti i requisiti necessari indicati nel bando. Peccato che a differenza degli altri il contratto con l'università lo aveva già.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'università cerca regista laureato in Lettere, un concorso su misura alla d'Annunzio?

ChietiToday è in caricamento