Cronaca

Un'estate di attesa per sapere se Mirò si farà, mentre il Wwf continua a combattere

Stamani l'udienza al Tar, in cui la Sile, che dovrebbe costruire l'edificio, ha rinunciato alla richiesta di sospensiva contro la decisione del Comitato Via

Ci vorrà tutta l'estate per sapere se si farà il centro "Mirò", il nuovo centro commerciale della Sile costruzioni srl, che dovrebbe sorgere a quello già esistente a Santa Filomena. Stamani, infatti, si è tenuta l'udienza al Tar, durante il quale i legali della ditta con sede a Barzana (Bergamo) hanno rinunciato alla decisione della sospensiva, chiedendone l'abbinamento al merito. 

La Sile, infatti, aveva chiesto la sospensione del giudizio del Comitato regionale di Valutazione Impatto ambientale, che aveva bocciato nuove costruzioni. Ma oggi hanno rinunciato alla decisione sulla sospensiva. 

In aula, rappresentato dall'avvocato Francesco Paolo Febbo, c'era il Wwf. “La rinuncia alla decisione sulla sospensiva – commenta – non ci ha sorpreso. Quella che conterà è la decisione sul merito, per la quale il Wwf ha espresso chiaramente la propria posizione nell’ intervento “ad opponendum” rispetto al ricorso proposto. Siamo convinti, sul piano legale, della validità delle motivazioni con le quali il Comitato Via della Regione Abruzzo ha espresso il suo giudizio. Ma ancor più siamo convinti, sul piano generale, della assurdità di aver costruito a ridosso del fiume e di voler insistere nel farlo nonostante appaia palese, da mille segnali, come si tratti di una scelta illogica e pericolosa per l’ambiente e per la sicurezza dei cittadini”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un'estate di attesa per sapere se Mirò si farà, mentre il Wwf continua a combattere

ChietiToday è in caricamento