Cronaca

Oli combustibili: sanzionate attività non a norma, multe fino a 2500 euro

I finanzieri della compagnia di Chieti hanno riscontrato presso alcuni rivenditori del posto la mancanza di un impianto idoneo attrezzato per lo stoccaggio di oli e fluidi lubrificanti per motori

I finanzieri della compagnia di Chieti, nell’ambito di un servizio in materia di tutela ambientale in provincia, hanno sanzionato diversi esercizi commerciali addetti alla rivendita al dettaglio di oli e fluidi lubrificanti per motori in quanto privi di un impianto idoneo per lo stoccaggio dell’olio usato. I proprietari dovranno pagare dai 258 ai 2.582 euro.

Come spiega il capitano Emilio De Gregorio: “Gli operatori commerciali hanno l’obbligo di ritirare e detenere l’olio usato estratto dai motori presso i propri impianti e consentire, ove non si provveda direttamente alla sostituzione, che il consorzio installi, presso i locali in cui è svolta l’attività, un impianto di stoccaggio degli oli usati a disposizione del pubblico”.

Questo al fine di evitare danni alla salute e all’ambiente e permettere, quando possibile, il recupero di materia e di energia. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Oli combustibili: sanzionate attività non a norma, multe fino a 2500 euro

ChietiToday è in caricamento