Cronaca Vasto

Pensioni sociali non dovute: denunciate sedici persone

Ammontano a 452.826 euro le prestazioni sociali indebitamente percepite dai finanzieri di Vasto, Lanciano e Ortona. I soggetti, tutti italiani residenti all'estero, sono stati denunciati

Sedici italiani residenti all'estero sono stati denunciati per truffa ai danni dello Stato.

A seguito di un'indagine portata avanti dai finanzieri della compagnia di Vasto e delle tenenze di Lanciano ed Ortona è risultato infatti che i soggetti in questione avevano percepito a lungo e indebitamente benefici previdenziali, erogati sotto forma di assegni sociali, in virtù della Legge 335/95 (Riforma "Dini"), per un totale di 452.826 euro.

Per ricevere tali pensioni però, bisogna essere effettivamente residenti nel territorio dello Stato oltre ad avere particolari condizioni reddituali in famiglia. Incrociando invece i dati dell’INPS dei cittadini italiani percettori di assegno sociale dal 2005 al 2009 con quelli dell’Anagrafe degli Italiani residenti all’Estero (A.I.R.E.), sono venute fuori le sedici posizioni non coerenti, di seguito approfondite.

Oltre alla denuncia, è stata richiesta l’applicazione delle misure cautelari sulle possidenze immobiliari dei truffatori, al fine di recuperare più velocemente le somme riscosse indebitamente, interessando anche l'INPS, che revocherà il beneficio.

 


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pensioni sociali non dovute: denunciate sedici persone

ChietiToday è in caricamento