rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Cronaca

Bellezze teatine: la magia del Trabocco Turchino

Un trabocco sotto il movimento della volta celeste che con il passare della notte, regala disegni spettacolari. Lo scatto di Gaspare Silverii, originario di Lanciano, rende omaggio alle meraviglie di questa terra

Il Trabocco “Il Turchino” … se non il più bello… sicuramente tra i più noti, è menzionato anche da Gabriele D’Annunzio nel romanzo “Trionfo Della Morte”.

Questa è una foto che da tempo ormai mi promisi di fare, e la presi particolarmente a cuore, vedevo il suo stato peggiorare di volta in volta che lo andavo a trovare.

Un giorno, mentre ero li per una semplice passeggiata mi venne in mente di fare qualcosa… qualcosa per rendere “eterno”, e quindi giustizia, a questo trabocco storico, in modo da poterlo ricordare anche quando suo malgrado fosse scomparso vuoi per incuria da parte dell’uomo vuoi per la brutalità che la natura spesso ha in riserbo.

Un giorno lo vidi mutare da un’alba al tramonto dello stesso giorno, lì mi si strinse il cuore; ma ancora di più notare il suo stato fortemente pericolante di questi giorni (Nov2013) dopo aver assistito alla tragica fine del Mucchiola.
In questa foto ho dato davvero tutto me stesso, dallo scatto alla camera chiara, e spero ne sia valsa la pena.

        Gaspare Silverii

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bellezze teatine: la magia del Trabocco Turchino

ChietiToday è in caricamento