"Pronto, sono il maresciallo dei carabinieri" e le chiede 5 mila euro, ma l'anziana non ci casca

Avevano chiesto denaro a una 81enne di Ortona per far scarcerare la figlia, ma l'ennesima truffa agli anziani è stata sventata e i carabinieri hanno denunciato due pregiudicati napoletani

Si era presentato al telefono come “Maresciallo dei carabinieri” per convincere l’anziana vittima, una 81enne pensionata di Ortona, a versare la somma di 5 mila euro che sarebbe dovuta servire ad un fantomatico “avvocato” per far “scarcerare” la figlia della donna, fermata ed arrestata dai militari dell’Arma alla guida di un veicolo privo di copertura assicurativa.

Una truffa a tutti gli effetti, come ce ne sono state altre in passato. Proprio perché memore di questo e delle indicazioni più volte ricevute nel corso degli incontri pubblici tenuti dai carabinieri per mettere in guardia le fasce più deboli della popolazione da tali insidie, l’anziana donna dapprima ha finto di “abboccare” alla richiesta del suo interlocutore telefonico, ma subito dopo ha informato, tramite il 112, la centrale operativa della Compagnia Carabinieri di Ortona.

L'intervista al comandante: "A volte si cede per solitudine"

Nel giro di pochi minuti i militari dell’Arma hanno predisposto un servizio di appostamento sotto l’abitazione della vittima, in pieno centro cittadino, dove, dopo circa mezz’ora di attesa, hanno sorpreso due 40enni pluripregiudicati napoletani che si apprestavano ad entrare nell’abitazione dell’anziana per prelevare la somma richiesta. I due, condotti in caserma ed identificati, sono stati denunciati alla Procura della Repubblica presso il tribunale di Chieti per tentata truffa. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I militari dell’Arma invitano chiunque abbia subito di recente truffe analoghe a recarsi presso il Comando per procedere ad un eventuale riconoscimento fotografico dei due soggetti identificati.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dolore e sgomento per la morte di Ottavio De Fazio, il motociclista caduto durante un'uscita

  • Impiegata positiva al Covid-19, chiude ufficio postale di Francavilla al Mare

  • Schianto mortale lungo la Tiburtina: motociclista di Chieti perde la vita

  • I benefici del fitwalking, la camminata veloce che fa perdere peso

  • SpaceX sui cieli di Chieti: emozione per il lancio della navicella nello spazio

  • Ex carabiniere ucciso con tre colpi di pistola: caccia all'assassino e al complice che l'ha aiutato a fuggire

Torna su
ChietiToday è in caricamento