Cronaca

Giro d'Italia in forse, Tavani: "Solo se avremo strade sicure"

Il vicepresidente Tavani replica alle osservazioni dell'opposizione sulle condizioni delle strade provinciali che la tappa San Salvo-Pescara dovrebbe percorrere a maggio

“La tappa del Giro d’Italia, programmata peraltro in assoluto accordo con la Regione Abruzzo e con l’assessore Masci, si svolgerà sulle strade della Provincia di Chieti solo se saremo in grado di fornire adeguate garanzie sulla sicurezza stradale di atleti e sportivi, nessuno cerca visibilità e fama né adesso né in seguito”. Lo afferma il vicepresidente Tavani replicando alle osservazioni dell’opposizione sulle condizioni delle strade provinciali che la tappa San Salvo-Pescara dovrebbe attraversare a maggio.

Il capogruppo del Pd, Camillo D'Amico, si chiedeva infatti come e quando la provincia di Chieti reperirà le risorse necessarie per rendere sicure e percorribili le arterie interessate.

“Oggi ci appassionano le sorti del nostro personale della O.P.S. – continua Tavani -  il futuro incerto per le 400 famiglie della Provincia di Chieti, il futuro stesso dell’Ente e degli importanti servizi alle scuole e ai disabili (per esempio) offerti e garantiti dalla Provincia di Chieti.  Ci preoccupano altresì tantissimo le condizioni delle nostre strade, ma le vicende sono note e i cittadini abruzzesi sono stati messi al corrente delle vere ragioni di questa situazione catastrofica”. La Provincia di Chieti ha già predisposto il piano degli interventi minimi che sottoporrà alla Regione Abruzzo dell’ 8 febbraio.

“Il Giro d’Italia – conclude il vicepresidente -  è un’occasione splendida di promozione del territorio e sarebbe un bellissimo biglietto da visita per la Costa dei Trabocchi, ma attenzione la Provincia di Chieti farà fino in fondo il proprio dovere solo se la tappa rappresenterà, oltre a quella già ripetuta, la possibilità di dare risposte in ordine alla manutenzione”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giro d'Italia in forse, Tavani: "Solo se avremo strade sicure"

ChietiToday è in caricamento