Cronaca Santa Filomena

Stava per impiccarsi: i carabinieri intervengono e sventano un suicidio

Stava per togliersi la vita, ma grazie all'abilità di un operatore del 112, che è riuscito a scoprire da dove proveniva la chiamata, i carabinieri hanno sventato il suicidio di un 64enne di Chieti, ora ricoverato in ospedale

Aveva già preparato la corda di nylon con il cappio  e il tavolino. Ma prima di compiere il disperato gesto, un 64enne di Chieti aveva deciso di sfogarsi coi carabinieri.

Così, all’1 di notte, trattenendolo al telefono per due ore, il militare del Comando Provinciale di Chieti che ha risposto al 112 è riuscito a prendere tempo e a far desistere l’uomo dal togliersi la vita. Mentre quest’ultimo gli raccontava di avere problemi seri e di aver deciso di farla finita, il carabiniere cercava di cogliere tutti i particolari utili per individuare il luogo dal quale l’uomo stava chiamando.

Le gazzelle del Nucleo Radiomobile nel frattempo avevano cominciato a  perlustrare la zona dalla quale era partita la telefonata, cercando di rinvenire l’auto della persona. Solo alle 3 la vettura del 64enne è stata avvistata in prossimità di un’ abitazione nelle vicinanze del centro commerciale Megalò.

A quel punto, l’operatore del 112 ha chiesto di aprire la porta ai suoi colleghi. L’uomo, fidandosi delle parole del militare, si è lasciato “salvare”. E’ poi stato accompagnato con un’ ambulanza in ospedale di Colle dell’Ara dove i sanitari lo hanno ricoverato. Legata a una ringhiera, nella sua abitazione, i carabinieri hanno rinvenuto tutti gli attrezzi che sarebbero serviti all’anziano per compiere l'insano gesto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stava per impiccarsi: i carabinieri intervengono e sventano un suicidio

ChietiToday è in caricamento