In carcere a Madonna del Freddo uno spazio colorato per i figli dei detenuti

Il Soroptimist inaugura lo "spazio giallo" per accogliere i minori figli dei detenuti

la Chiavaroli durante in visita al carcere di Chieti

Il Soroptimist Club Chieti inaugura lo ‘spazio giallo’ del carcere di Chieti: un percorso di accoglienza che aiuta i minori figli dei detenuti a orientarsi e ad attenuare l'impatto con un ambiente potenzialmente traumatico.

Il club di Chieti, attivo da 27 anni con il suo concreto contributo alla comunità locale, ha aderito all’iniziativa attraverso opportune intese con la locale casa circondariale. Da qui l’idea di intervenire sulla struttura destinata all’attesa per l’autorizzazione al colloquio tra familiari e detenuti caratterizzandola con decori, idee, elementi adeguati alla psiche in formazione dei minori che lì aspettano di incontrare la mamma o il papà. 

L’inaugurazione si terrà il 19 novembre alle 16 presso il piazzale antistante la Casa Circondariale di Chieti. Presenzieranno il Sottosegretario di Stato alla Giustizia Federica Chiavaroli, la Presidente Nazionale Soroptimist Italia Leila Picco, il Sindaco di Chieti Umberto Di Primio, la Direttrice della Casa Circondariale di Chieti Giuseppina Ruggero, la Presidente del Soroptimist International Club di Chieti Francesca Pucci, le autorità locali, le socie del Club e gli operatori tutti. La cittadinanza è invitata a partecipare.
 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Primo giorno di zona rozza in Abruzzo": il post del Tg1 scatena l'ilarità dei social

  • La provincia di Chieti si spopola: Ortona e Lanciano perdono più abitanti

  • "Presunti favori dai vigili": il nome di Marsilio nella puntata di Report, ma il presidente respinge le accuse

  • Il Wwf conferma: "Lupi avvistati e fotografati nella periferia di Chieti"

  • Zona rossa, si può fare la spesa in un altro Comune se si risparmia: le nuove indicazioni del Governo

  • Test sierologici in tutte le farmacie abruzzesi: si inizia da studenti e loro familiari

Torna su
ChietiToday è in caricamento