menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sparatoria a San Salvo: salgono a quattro gli arresti

I carabinieri hanno arrestato altri due cittadini albanesi rispettivamente di 28 e 36 anni. Le indagini proseguono per capire il motivo della sparatoria

Altri due cittadini albanesi sono stati arrestati dai carabinieri a seguito delle indagini sulla sparatoria avvenuta martedì sera davanti al bar “Evelin” di San Salvo. Le indagini svolte nelle successive 48 ore dai carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Chieti e della stazione di San Salvo hanno permesso di chiudere il cerchio e individuare altri due soggetti presenti sul luogo della sparatoria. A ferire alla gamba il F.F., il 32enne albanese finito in ospedale e arrestato a sua volta per porto abusivo d’armi, è stato L.B, albanese di 28 anni.

Subito dopo la sparatoria era tornato a casa, aveva preparato la valigia ed era fuggito riuscendo a far perdere momentaneamente le tracce. L’uomo è stato rintracciato, nel tardo pomeriggio di ieri, all’interno dell’abitazione del suocero, a San Salvo. Ora dovrà rispondere dei reati di tentato omicidio e porto abusivo di armi.  

Il quarto arrestato è stato invece rintracciato nel centro cittadino di San Salvo ed è E.T., albanese di 36 anni, che, quella sera, seppur non prendendo parte attivamente alla sparatoria, era armato e presente all’interno del bar: l’uomo è accusato del reato di porto abusivo di armi.

I carabinieri ora vogliono accertare le ragioni che hanno fatto scaturire il tutto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento