Cronaca Via Vomano

Il sottopasso pedonale chiuso ha isolato un'intera via: cittadini pronti a dar battaglia

Cento famiglie devono fare almeno 2 chilometri a piedi per raggiungere le fermate dei mezzi pubblici lungo la Tiburtina

Da un paio di settimane, senza alcun preavviso, i tecnici del Comune hanno sbarrato l'accesso al sottopasso pedonale di via Vomano, a Brecciarola. E 100 famiglie sono rimaste confinate nella via, con anziani e ragazzi che, per poter raggiungere le fermate dei mezzi pubblici, devono fare almeno un paio di chilometri a piedi - peraltro su una strada ben poco accogliente per i pedoni, tra la carenza di marciapiede e le erbacce che sbucano ovunque. Ora, però, i residenti si dicono pronti a dar battaglia anche con proteste eclatanti. 

Sorvegliato speciale, come detto, è il sottopasso pedonale di via Vomano che, a onora del vero, non se la passa bene da un bel po'. Da almeno un decennio, secondo quanto racconta chi vive in zona, sul muro laterale è comparsa una crepa che si è fatta via via più larga. I cittadini l'avevano segnalata, ricevendo rassicurazioni da chi di dovere. Poi, tre anni fa, il Comune è intervenuto realizzando due supporti per tenere saldo il muro e i tecnici hanno garantito che non c'era alcun problema di stabilità. Fino a questo mese di maggio: due settimane fa, sono arrivate le transenne, da entrambi i lati, perché il sottopasso non sarebbe agibile. E, al momento, non c'è alcuna certezza sui tempi di un eventuale intervento per la riapertura. 

Così, i cittadini hanno iniziato a protestare. Perché la fermata delle due linee di autobus de La Panoramica che collegano Brecciarola al resto della città è proprio lì di fronte. Ma, con il sottopasso chiuso, studenti, anziani e pendolari devono fare un giro lunghissimo: camminare lungo la Tiburtina, tra le erbacce, le auto e i mezzi pesanti che sfrecciano a velocità non sempre rispettosa dei limiti. 

I consiglieri del Movimento 5 stelle hanno già presentato un ordine del giorno che chieda, almeno, di spostare la fermata degli autobus di qualche centinaio di metri, in corrispondenza dell'unico passaggio che permetta di oltrepassare la ferrovia e raggiungere via Vomano. 

E il consigliere Diego Costantini (Lega) lancia un appello al Comune: "Anche in consiglio comunale, qualche giorno fa, ho commentato con occhio critico il piano triennale delle opere pubbliche, specialmente il bando per le periferie da 10 milioni: sono favorevole alle grandi opere, ma bisogna anche stare vicini ai bisogni dei cittadini. Sono stati stanziati 40 milioni, come è possibile che non si trovino 100mila euro per questo intervento?". 

Secondo quanto riferisce il consigliere, che vive proprio a Brecciarola, è questa la cifra calcolata dal Comune per poter risolvere un problema diventato ormai grave disagio. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il sottopasso pedonale chiuso ha isolato un'intera via: cittadini pronti a dar battaglia

ChietiToday è in caricamento