Cronaca Vasto

Sequestrata discarica abusiva nel vastese: 1000 quintali di rifiuti tra eternit, calcinacci, oli esausti

Nella discarica, un'area di oltre 2000 mq,senza alcuna autorizzazione o precauzione, venivano stoccati in totale violazione delle normative vigenti, approssimativamente rifiuti speciali anche particolarmente tossici e pericolosi. Il proprietario è stato denunciato

La Compagnia della Guardia di Finanza di Vasto ha rinvenuto e sequestrato una discarica abusiva “a cielo aperto” lungo la linea di collegamento tra il comune di Vasto e quello di Monteodorisio.

L’area è risultata essere di proprietà di un cittadino albanese che è stato denunciato per attività di gestione di rifiuti non autorizzata.
 

Nella discarica, un’area di oltre 2000 mq, infatti, senza alcuna autorizzazione o precauzione, venivano stoccati in totale violazione delle normative vigenti, approssimativamente 1000 quintali di rifiuti speciali alcuni dei quali particolarmente tossici e pericolosi. In particolare, sono stati rinvenuti eternit, calcinacci, materiali ceramici, plastici e metallici, pezzi meccanici, batterie e olii esausti.

Lo stoccaggio del materiale, tra l'altro, avveniva in prossimità di un corso d’acqua con possibili sversamenti dei liquami e successiva contaminazione delle acque. Sono in corso indagini per verificare l'eventuale coinvolgimento di altri soggetti che si sarebbero serviti del sito per il conferimento dei rifiuti, nonchè approfondimenti sulla posizione fiscale del proprietario del terreno per l'eventuale proposta di recupero a tassazione dei redditi derivanti dall'illecita attività.

Assieme alla Finanza di Vasto ha partecipato alle operazioni la sezione aerea di Pescara, la classificazione dei rifiuti, invece, è stata affidata al personale dell’Arta Abruzzo – sezione di San Salvo.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sequestrata discarica abusiva nel vastese: 1000 quintali di rifiuti tra eternit, calcinacci, oli esausti

ChietiToday è in caricamento