Venerdì, 14 Maggio 2021
Cronaca

I bambini di Bucchianico vincono il concorso nazionale Immagini per la terra

A loro un premio di 1.000 euro, che dovrà essere impiegato a sostegno di iniziative ambientali all'interno della scuola o nel territorio di appartenenza

C’è chi sogna di diventare scienziato per salvare il Pianeta, chi propone soluzioni alla portata di tutti: usare filobus e auto elettriche, andare in bici e a piedi. Perché la Terra, dicono, appartiene ai bimbi. E nessuno può contraddirli. Il video realizzato dai piccoli dell’Istituto comprensivo di Bucchianico ha conquistato fin da subito i giurati del concorso nazionale Immagini per la terra, l’iniziativa di educazione ambientale promossa dall’organizzazione ambientalista Green Cross Italia, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione e con il supporto di Acqua Lete.

Coordinati dalle insegnanti Cristiana De Leonardis e Martina Calibeo, i bambini dell’ultimo anno della scuola dell’infanzia Tella si aggiudicano il primo premio della XXIV edizione, quest’anno dedicata al tema dei cambiamenti climatici attraverso il titolo Tutti pazzi per il clima.

Il lavoro di Bucchianico si è distinto tra gli oltre 1.200 che hanno partecipato alla competizione, dando prova della grande sensibilità della scuola nei confronti dell’ecologia. In questo lavoro collettivo e poetico i bambini raccontano con linguaggio semplice cosa sono il clima e l’atmosfera, l’effetto serra e il riscaldamento globale. 

Ai vincitori viene attribuito un premio di 1.000 euro, che dovrà essere impiegato a sostegno di iniziative ambientali all’interno della scuola o nel territorio di appartenenza. Inoltre, una delegazione di alunni avrà la possibilità di essere ricevuta e premiata dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, nel corso della cerimonia di premiazione che, tradizionalmente da oltre 20 anni, si svolge al Palazzo del Quirinale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I bambini di Bucchianico vincono il concorso nazionale Immagini per la terra

ChietiToday è in caricamento