menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scippa una donna allo Scalo, 22enne ai domiciliari

Venerdì sera, in zona stazione, il giovane ha scippato la donna che, nel tentativo di resistere, è caduta a terra riportando una contusione alla spalla. Subito sono intervenuti i carabinieri che hanno trovato a terra la borsa svuotata dal denaro e da 2 pacchetti di sigarette. Hanno arrestato il giovane in un locale

Ha rapinato una donna di 61 anni che stava rientrando a casa in compagnia del marito. Subito dopo si è allontanato a piedi e, nel tentativo di sfuggire alla cattura da parte dei Carabinieri, si è rifugiato in un locale pubblico dello Scalo.

È successo intorno alle 23 di ieri sera (venerdì 27 marzo) nei pressi della stazione ferroviaria di Chieti. I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno arrestato M.G., 22enne del luogo, già noto alle forze dell’ordine. Il giovane, messo ai domiciliari, è stato processato con rito direttissimo questa mattina (sabato 28 marzo)

Il 22enne, con il volto nascosto da un cappellino ed indosso un giaccone con il colletto alzato, si è avvicinato alla coppia e, fingendo di essere armato, ha intimato alla donna di consegnargli la borsa. Al rifiuto di quest’ultima il malvivente ha afferrato lui stesso la borsa e, dopo averla tirata con forza, l’ha sottratta alla proprietaria che nel tentativo di resistere è caduta violentemente a terra riportando una contusione alla spalla.

Subito dopo il ladro è fuggito a piedi con il bottino, dileguandosi nelle vie circostanti. La richiesta di aiuto pervenuta al 112 ha fatto subito scattare l’intervento di una gazzella del Nucleo Operativo e Radiomobile dei Carabinieri della Compagnia di Chieti, impegnata nei servizi di controllo del territorio, che, in pochi istanti, hanno raggiunto il luogo dell’accaduto.

Grazie alla collaborazione di alcuni cittadini che hanno subito aiutato la donna, fornendo poi preziose indicazioni ai militari, questi hanno concentrato le ricerche nella zona della stazione. E poco più tardi hanno ritrovato la borsa della vittima nascosta vicino un cestino per i rifiuti, poco lontano da un locale pubblico. Erano stati sottratti due pacchetti di sigarette e il denaro contante.

L’intuizione dei carabinieri che il malvivente si fosse rifugiato nell’esercizio commerciale è stata premiata quando, all’interno del locale, i militari hanno rintracciato un giovane che corrispondeva perfettamente a quello descritto dai testimoni. Nella sua giacca i Carabinieri hanno trovato un cappellino identico a quello utilizzato dal rapinatore e due pacchetti di sigarette della stessa marca di quelle presenti nella borsa della vittima. Riconosciuto poi dalla stessa 61enne, M.G. è stato tratto in arresto dai Carabinieri con l’accusa di rapina e dopo l’udienza di convalida è stato posto agli arresti domiciliari. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È morto il notaio Giuseppe Tragnone: aveva 70 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento